In questo articolo Gesù fa una comparazione interessante: da una parte parla di tesori preziosi a prova di ladro che non possono essere sottratti e che si conservano senza danni, dall’altra di tesori che possono essere rubati o deteriorati. E poi parla di sguardi tenebrosi in contrapposizione con gli sguardi limpidi, e ci fa capire che tra il modo di guardare la realtà e la qualità dei tesori accumulati c’è una stretta relazione.

In questo articolo parleremo dello Spirito Santo, che è la terza persona della Santissima Trinità. Scopriremo che la sua azione è unita a quella del Padre e del Figlio, ma svolge funzioni differenti, ispira pensieri, attualizza la rivelazione e guida il discernimento sia ordinario che straordinario. Inoltre porta con Sé sette doni che aprono la strada a nove frutti spirituali. Lo Spirito Santo è nostro alleato nella vita quotidiana.

In questo articolo si parla indirettamente di missione di vita utilizzando come simbolo il sale. Non si tratta di una ricetta di cucina, bensì di una ricetta di vita. Si parla anche di luce, ma non si propone il risparmio energetico, bensì di essere riflesso spirituale della luce divina dopo averla ricevuta.

In questo articolo si parlerà del difficile dialogo tra tra io e Dio, una relazione a volte cercata altre volte rigettata, attraverso la quale si può comprendere sia il grado di maturità umana che quello spirituale. Vedremo che nel cristianesimo avviene un passaggio di umanizzazione del divino impensabile per le altre religioni e scopriremo che il peccato può essere un’utile opportunità di crescita.

In questo articolo si parlerà di tentazioni, quelle di Gesù e le nostre. Comprenderemo che esiste una precisa dinamica che porta prima alla comprensione e poi alla conversione, una Conversione di pensiero prima di tutto, che è vivificazione piuttosto che mortificazione.

In questo articolo scopriremo come Gesù ci invita ad essere già beati in terra, a cercare beatitudine cambiando prospettiva e salendo di livello, trasfigurando l’esperienza e volgendo lo sguardo al divino. Un messaggio di speranza e di fiducia per ciascuno di noi, anche se il percorso proposto non è privo di ostacoli e di possibili incomprensioni fino a giungere alle persecuzioni.

Si può oggi essere perseguitati per la fede? Sembra proprio di sì.

Scoprire che essere discepoli di Gesù può essere molto rischioso può generare ansie e paure, ma anche una straordinaria sfida coscienti del fatto che non si è da soli. In questa riflessione si parlerà di persecuzioni, un argomento quanto mai attuale, perché le persecuzioni dirette o indirette nei confronti dei cristiani sono molto più frequento oggi di un tempo.

In questo articolo parleremo di innamoramento e di amore, o meglio dei diversi tipi di amore, un termine così ampio da rappresentare una grande sfida, la prima delle quali è comprendere le differenze tra innamoramento e amore, due termini erroneamente considerati sinonimi: le differenze invece sono notevoli. Scopriremo quali sono con le loro differenti sfumature.

In questo articolo si parta di una povera vedova che dona tutti gli spiccioli che possiede al contrario dei ricchi che offrono in elemosina il superfluo. Gesù ci offre la possibilità di osservare un doppio approccio, due differenti modalità relazionali, una fredda, razionale e distaccata l’altra calda, emotiva e confidente. Una riflessione utile per ognuno di noi!

In questo articolo cercheremo di capire cosa insegna Gesù rispetto alla morte e alla resurrezione dei morti, un tema che ha interessato e continua ad interessare la storia dell’umanità. Prenderò spunto da un brano tratto dal Vangelo di Marco, dove Gesù ha un dialogo interessante con un gruppo di Sadducei.