Tag Archivio per: fede e ragione

riconciliazione

In questo articolo affrontiamo la riconciliazione, un tema di grande rilevanza per la vita relazionale di ogni persona. Molti usano questo termine come sinonimo di perdono, ma si tratta di aspetti diversi, che non necessariamente devono o possono viaggiare uniti. Proveremo a comprendere cos’è davvero la riconciliazione, se è sempre utile, possibile o consigliabile percorrerla.

Tag Archivio per: fede e ragione

LE APPARIZIONI A FATIMA

 

pastorelli FatimaMolti sanno delle apparizioni a Fatima e dei suoi segreti, forse non tutti sanno che il primo ad apparire a Fatima ai tre pastorelli fu un angelo, che tra il 1915 e il 1916 spiegò l’importanza dei sacrifici in riparazione alle offese contro Dio, e insegnò come pregare e ricevere in modo adeguato l’Eucaristia.

Ma era il 13 maggio 1917 quando Maria apparve per la prima volta ai fratellini Jacinta e Francisco Marto e alla cugina Lúcia dos Santos a Cova di Iria, vicino a Fatima. Pochi anni dopo, nel 1930, queste apparizioni sono state ufficialmente riconosciute dalla Chiesa come rivelazioni private e sul luogo è stato costruito un Santuario, visitato da alcuni papi e ripetutamente da San Giovanni Paolo II, che riteneva che Maria lo avesse salvato miracolosamente durante l’attentato.

Penetra i segreti di Fatima grazie al nostro esperto

Ulteriori info:
Prenotati ora 366 207 2156 ti risponde Elisabetta


UNA STORIA TRAVAGLIATA

FatimaLa cronaca racconta che i tre pastorelli di 10, 9 e 8 anni, videro scendere dal cielo una nube da cui apparve una figura vestita di bianco con in mano un rosario che identificarono con la Madonna. Alla prima apparizione ne seguirono con regolarità altre, sempre il giorno 13 del mese, fino ad ottobre. Poiché venne chiesto a Maria che un evento prodigioso confermasse la veridicità di quanto affermato dai bambini, il 13 ottobre avvenne quello che è stato denominato il “miracolo del sole”: all’improvviso il sole ha iniziato a ruotare cambiando colore e ingrandendosi fino a dare l’impressione che sarebbe caduto sulla terra.

Il messaggio di Maria

Il messaggio che la Nostra Signora di Fatima ha voluto trasmettere sostanzialmente rappresenta un forte invito alla penitenza e alla preghiera, e riguarda molti eventi che sono stati puntualmente confermati dalla storia: la fine della prima guerra mondiale; il pericolo di una seconda guerra ancora più devastante della prima; la minaccia comunista proveniente dalla Russia, la necessità di consacrare la Russia al Cuore Immacolato di Maria ad opera del papa e tutti i vescovi riuniti.

Il segreti di Fatima

Suor Lucia e Fatima

Suor Lucia è stata custode dei segreti di Fatima

Alle apparizioni sono legati i “Segreti“, cioè il contenuto dei messaggi della Madonna, che Lucia trascrisse solo tra il 1941 e il 1944 su ordine del vescovo locale. Questi messaggi dovevano rimanere segreti, potevano essere letti solo dal papa ed essere resi noti solo dopo il 1960. Sia Papa Giovanni XXIII che Paolo VI lessero i segreti ma decisero di non rivelarli al mondo, mentre fu Giovanni Paolo II che divulgò il segreto durante la beatificazione di Jacinta e Francisco nel 2000. Ancora oggi sono numerose le controversie relative al Terzo Segreto, che secondo alcuni non sarebbe stato ancora totalmente svelato perché foriero di notizie davvero spaventose.

Ulteriori info:
Prenotati ora 366 207 2156 ti risponde Elisabetta

La storia delle celebri apparizioni mariane a Fatima e i segreti svelati ai suoi veggenti


CHI CONDUCE

Il nostro esperto Alberto Vignati ci racconterà la storia delle apparizioni e dei tre pastorelli Jacinta, Francisco e Lúcia. I due fratellini morirono giovanissimi tra penitenze e sofferenze e furono beatificati da Papa Giovanni Paolo II nel 2000. Invece la cugina Lucia divenne carmelitana scalza. Ebbe apparizioni di Maria e di Gesù Bambino anche in convento, specificamente sulla devozione al Cuore Immacolato di Maria e alla Comunione riparatrice dei primi cinque sabati del mese. Lucia, il cui nome da monaca è Suor Maria Lucia di Gesù e del Cuore Immacolato, è venerabile, la causa di beatificazione è chiusa da alcuni anni ed il processo di canonizzazione è depositato presso la Santa Sede.

Alberto Vignati è laureato in Economia e Commercio all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna e oggi lavora nel settore bancario. Tuttavia la sua passione è negli studi religiosi e nell’arte sacra. Per questo ha acquisito il Diploma di specializzazione in Studi Sindonici ed ha frequentato un Master in Scienza e Fede presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. Infine ha frequentato un corso in Arte Fede e Cultura presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano.


DOVE E QUANDO SI SVOLGE

ONLINE Mercoledì 11 Maggio 2022 dalle ore 21,00 alle 22,30


MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Conferenza gratuita con obbligo di iscrizione.

È riservata agli associati: se non sei ancora associato o non hai rinnovato la tessera questo è il momento giusto!

Gli iscritti riceveranno un link personale per accedere alla piattaforma di videoconferenza Meet.

Ulteriori info:
Prenotati ora 366 207 2156 ti risponde Elisabetta



Ti potrebbe anche interessare:

LA SINDONE

“L’Uomo della Sindone ci invita a contemplare Gesù di Nazaret. Questa immagine – misteriosa reliquia impressa nel telo noto come Sacro Lino – parla al nostro cuore e ci spinge a salire il Monte del Calvario…” sono parole di Papa Francesco. Quello della Sindone è un mistero che ha sempre affascinato il mondo, commosso i fedeli e sfidato la scienza. Il Sacro Volto ci sollecita in questo momento domande sul significato della vita e ci apre alla contemplazione.

Penetra il mistero della Sindone grazie al nostro sindonologo

Ulteriori info:
Prenotati ora 366 207 2156 ti risponde Elisabetta


UNA STORIA TRAVAGLIATA

Sindone

Particolari della Sindone

Nel Trecento compare in Francia, a Lirey nelle mani del cavaliere Geoffroy de Charny e suscita notevole interesse e commozione, ma anche qualche sospetto circa la sua autenticità. Nel 1453 è stata ceduta alla famiglia Savoia che desiderava farne una “reliquia dinastica” per legittimare il proprio ruolo.

Nel 1506 la Santa Sede ne ha consentito il culto pubblico ma pochi anni dopo, nel 1532, un incendio ha danneggiato il sacro lenzuolo custodito nella Sainte-Chapelle del castello di Chambery. La Sindone è giunta a Torino nel 1578 e il suo culto è stato promosso grazie alla riforma cattolica e all’iniziativa di Carlo Borromeo, nuovo Arcivescovo di Milano.

Disgraziatamente gli incendi hanno continuato a lambire la Sindone, l’ultimo dei quali nel 1997 si è sviluppato nella Cappella della Sindone posta tra la Cattedrale torinese e Palazzo Reale. La sindone ha continuato ad essere venerata e studiata e papa Paolo VI non a caso l’ha definita “misteriosa reliquia”.

Ulteriori info:
Prenotati ora 366 207 2156 ti risponde Elisabetta

Informazioni, riflessioni e le ultime novità sulla Sindone svelate dal nostro sindonologo Alberto Vignati


CHI CONDUCE

Alberto Vignati è laureato in Economia e Commercio all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna e oggi lavora nel settore bancario. Tuttavia la sua passione è negli studi religiosi e nell’arte sacra. Per questo ha acquisito il Diploma di specializzazione in Studi Sindonici ed ha frequentato un Master in Scienza e Fede presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. Infine ha frequentato un corso in Arte Fede e Cultura presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano.


DOVE E QUANDO SI SVOLGE

ONLINE Mercoledì 13 Aprile 2022 dalle ore 21,00 alle 22,30


MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Conferenza gratuita con obbligo di iscrizione.

È riservata agli associati: se non sei ancora associato o non hai rinnovato la tessera questo è il momento giusto!

Gli iscritti riceveranno un link personale per accedere alla piattaforma di videoconferenza Meet.

Ulteriori info:
Prenotati ora 366 207 2156 ti risponde Elisabetta



Ti potrebbe anche interessare:

OBIETTIVO DEL SABATO SERA SULL’ARCA

Come ai tempi del diluvio universale Noé salì sull’Arca per trovare rifugio dalle acque che inondarono ogni cosa, così, oggi, nei tempi della pandemia a volte il Sabato sera saliamo sull’Arca per trovare un po’ di conforto e di evasione dalle nostre vicissitudini quotidiane. Non ci sono coppie di animali sulla nuova Arca, ma a bordo salgono amici associati che in libertà e nell’ascolto reciproco condividono le loro passioni, i loro timori, i loro progetti per il futuro.

Gruppo AMA Sabato sera sull'ArcaLockdown, Eucarestia, contro-informazione, creazione e creatività si mescolano nelle pieghe dei discorsi delle nostre serate.

Il piacere di lavorare e sentire la terra umida tra le dita delle nostre mani mentre facciamo giardinaggio, raccontare gli aneddoti delle nostre vite mentre si è alle prese con una scrittura autobiografica, i colori delle tempere sulla tela, la famiglia e i figli, l’aiuto della preghiera nell’affrontare questi tempi, i timori e le speranze di ciascuno sono tutti temi che si intrecciano il sabato sera nei nostri incontri online grazie alla piattaforma di videoconferenze Meet.

Una boccata d’aria virtuale che, nel rispetto delle norme del distanziamento personale, ci consente di non distanziare la socialità, ma di navigare insieme gli oceani delle nostre esistenze. Perché non sali a bordo anche tu?


CHI CONDUCE

Non conduce nessuno, perchè si tratta di un gruppo di condivisione e mutuo auto-aiuto semplicemente facilitato da Elisabetta, dove ognuno può intervenire liberamente rispettando idee e sensibilità dei partecipanti. I temi trattati sono i più disparati, vuoi aggiungerne uno anche tu?


DOVE E QUANDO SI SVOLGE

ONLINE Sabato 23 Gennaio dalle ore 21,00 alle 22,30


MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

  • Iniziativa gratuita riservata agli associati
  • Se non sei ancora associato o non hai rinnovato la tessera puoi farlo ora!

È necessaria l’iscrizione per ricevere un link personale di accesso alla piattaforma di videoconferenza Meet.

Per prenotarsi: tel o whatsapp 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it



Ti potrebbe anche interessare:

LE APPARIZIONI A FATIMA

 

pastorelli FatimaMolti sanno delle apparizioni a Fatima e dei suoi segreti, forse non tutti sanno che il primo ad apparire a Fatima ai tre pastorelli fu un angelo, che tra il 1915 e il 1916 spiegò l’importanza dei sacrifici in riparazione alle offese contro Dio, e insegnò come pregare e ricevere in modo adeguato l’Eucaristia.

Ma era il 13 maggio 1917 quando Maria apparve per la prima volta ai fratellini Jacinta e Francisco Marto e alla cugina Lúcia dos Santos a Cova di Iria, vicino a Fatima. Pochi anni dopo, nel 1930, queste apparizioni sono state ufficialmente riconosciute dalla Chiesa come rivelazioni private e sul luogo è stato costruito un Santuario, visitato da alcuni papi e ripetutamente da San Giovanni Paolo II, che riteneva che Maria lo avesse salvato miracolosamente durante l’attentato.

Penetra i segreti di Fatima grazie al nostro esperto

Ulteriori info:
Prenotati ora 366 207 2156 ti risponde Elisabetta


UNA STORIA TRAVAGLIATA

FatimaLa cronaca racconta che i tre pastorelli di 10, 9 e 8 anni, videro scendere dal cielo una nube da cui apparve una figura vestita di bianco con in mano un rosario che identificarono con la Madonna. Alla prima apparizione ne seguirono con regolarità altre, sempre il giorno 13 del mese, fino ad ottobre. Poiché venne chiesto a Maria che un evento prodigioso confermasse la veridicità di quanto affermato dai bambini, il 13 ottobre avvenne quello che è stato denominato il “miracolo del sole”: all’improvviso il sole ha iniziato a ruotare cambiando colore e ingrandendosi fino a dare l’impressione che sarebbe caduto sulla terra.

Il messaggio di Maria

Il messaggio che la Nostra Signora di Fatima ha voluto trasmettere sostanzialmente rappresenta un forte invito alla penitenza e alla preghiera, e riguarda molti eventi che sono stati puntualmente confermati dalla storia: la fine della prima guerra mondiale; il pericolo di una seconda guerra ancora più devastante della prima; la minaccia comunista proveniente dalla Russia, la necessità di consacrare la Russia al Cuore Immacolato di Maria ad opera del papa e tutti i vescovi riuniti.

Il segreti di Fatima

Suor Lucia e Fatima

Suor Lucia è stata custode dei segreti di Fatima

Alle apparizioni sono legati i “Segreti“, cioè il contenuto dei messaggi della Madonna, che Lucia trascrisse solo tra il 1941 e il 1944 su ordine del vescovo locale. Questi messaggi dovevano rimanere segreti, potevano essere letti solo dal papa ed essere resi noti solo dopo il 1960. Sia Papa Giovanni XXIII che Paolo VI lessero i segreti ma decisero di non rivelarli al mondo, mentre fu Giovanni Paolo II che divulgò il segreto durante la beatificazione di Jacinta e Francisco nel 2000. Ancora oggi sono numerose le controversie relative al Terzo Segreto, che secondo alcuni non sarebbe stato ancora totalmente svelato perché foriero di notizie davvero spaventose.

Ulteriori info:
Prenotati ora 366 207 2156 ti risponde Elisabetta

La storia delle celebri apparizioni mariane a Fatima e i segreti svelati ai suoi veggenti


CHI CONDUCE

Il nostro esperto Alberto Vignati ci racconterà la storia delle apparizioni e dei tre pastorelli Jacinta, Francisco e Lúcia. I due fratellini morirono giovanissimi tra penitenze e sofferenze e furono beatificati da Papa Giovanni Paolo II nel 2000. Invece la cugina Lucia divenne carmelitana scalza. Ebbe apparizioni di Maria e di Gesù Bambino anche in convento, specificamente sulla devozione al Cuore Immacolato di Maria e alla Comunione riparatrice dei primi cinque sabati del mese. Lucia, il cui nome da monaca è Suor Maria Lucia di Gesù e del Cuore Immacolato, è venerabile, la causa di beatificazione è chiusa da alcuni anni ed il processo di canonizzazione è depositato presso la Santa Sede.

Alberto Vignati è laureato in Economia e Commercio all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna e oggi lavora nel settore bancario. Tuttavia la sua passione è negli studi religiosi e nell’arte sacra. Per questo ha acquisito il Diploma di specializzazione in Studi Sindonici ed ha frequentato un Master in Scienza e Fede presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. Infine ha frequentato un corso in Arte Fede e Cultura presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano.


DOVE E QUANDO SI SVOLGE

ONLINE Mercoledì 11 Maggio 2022 dalle ore 21,00 alle 22,30


MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Conferenza gratuita con obbligo di iscrizione.

È riservata agli associati: se non sei ancora associato o non hai rinnovato la tessera questo è il momento giusto!

Gli iscritti riceveranno un link personale per accedere alla piattaforma di videoconferenza Meet.

Ulteriori info:
Prenotati ora 366 207 2156 ti risponde Elisabetta



Ti potrebbe anche interessare:

LA SINDONE

“L’Uomo della Sindone ci invita a contemplare Gesù di Nazaret. Questa immagine – misteriosa reliquia impressa nel telo noto come Sacro Lino – parla al nostro cuore e ci spinge a salire il Monte del Calvario…” sono parole di Papa Francesco. Quello della Sindone è un mistero che ha sempre affascinato il mondo, commosso i fedeli e sfidato la scienza. Il Sacro Volto ci sollecita in questo momento domande sul significato della vita e ci apre alla contemplazione.

Penetra il mistero della Sindone grazie al nostro sindonologo

Ulteriori info:
Prenotati ora 366 207 2156 ti risponde Elisabetta


UNA STORIA TRAVAGLIATA

Sindone

Particolari della Sindone

Nel Trecento compare in Francia, a Lirey nelle mani del cavaliere Geoffroy de Charny e suscita notevole interesse e commozione, ma anche qualche sospetto circa la sua autenticità. Nel 1453 è stata ceduta alla famiglia Savoia che desiderava farne una “reliquia dinastica” per legittimare il proprio ruolo.

Nel 1506 la Santa Sede ne ha consentito il culto pubblico ma pochi anni dopo, nel 1532, un incendio ha danneggiato il sacro lenzuolo custodito nella Sainte-Chapelle del castello di Chambery. La Sindone è giunta a Torino nel 1578 e il suo culto è stato promosso grazie alla riforma cattolica e all’iniziativa di Carlo Borromeo, nuovo Arcivescovo di Milano.

Disgraziatamente gli incendi hanno continuato a lambire la Sindone, l’ultimo dei quali nel 1997 si è sviluppato nella Cappella della Sindone posta tra la Cattedrale torinese e Palazzo Reale. La sindone ha continuato ad essere venerata e studiata e papa Paolo VI non a caso l’ha definita “misteriosa reliquia”.

Ulteriori info:
Prenotati ora 366 207 2156 ti risponde Elisabetta

Informazioni, riflessioni e le ultime novità sulla Sindone svelate dal nostro sindonologo Alberto Vignati


CHI CONDUCE

Alberto Vignati è laureato in Economia e Commercio all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna e oggi lavora nel settore bancario. Tuttavia la sua passione è negli studi religiosi e nell’arte sacra. Per questo ha acquisito il Diploma di specializzazione in Studi Sindonici ed ha frequentato un Master in Scienza e Fede presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. Infine ha frequentato un corso in Arte Fede e Cultura presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano.


DOVE E QUANDO SI SVOLGE

ONLINE Mercoledì 13 Aprile 2022 dalle ore 21,00 alle 22,30


MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Conferenza gratuita con obbligo di iscrizione.

È riservata agli associati: se non sei ancora associato o non hai rinnovato la tessera questo è il momento giusto!

Gli iscritti riceveranno un link personale per accedere alla piattaforma di videoconferenza Meet.

Ulteriori info:
Prenotati ora 366 207 2156 ti risponde Elisabetta



Ti potrebbe anche interessare:

OBIETTIVO DEL SABATO SERA SULL’ARCA

Come ai tempi del diluvio universale Noé salì sull’Arca per trovare rifugio dalle acque che inondarono ogni cosa, così, oggi, nei tempi della pandemia a volte il Sabato sera saliamo sull’Arca per trovare un po’ di conforto e di evasione dalle nostre vicissitudini quotidiane. Non ci sono coppie di animali sulla nuova Arca, ma a bordo salgono amici associati che in libertà e nell’ascolto reciproco condividono le loro passioni, i loro timori, i loro progetti per il futuro.

Gruppo AMA Sabato sera sull'ArcaLockdown, Eucarestia, contro-informazione, creazione e creatività si mescolano nelle pieghe dei discorsi delle nostre serate.

Il piacere di lavorare e sentire la terra umida tra le dita delle nostre mani mentre facciamo giardinaggio, raccontare gli aneddoti delle nostre vite mentre si è alle prese con una scrittura autobiografica, i colori delle tempere sulla tela, la famiglia e i figli, l’aiuto della preghiera nell’affrontare questi tempi, i timori e le speranze di ciascuno sono tutti temi che si intrecciano il sabato sera nei nostri incontri online grazie alla piattaforma di videoconferenze Meet.

Una boccata d’aria virtuale che, nel rispetto delle norme del distanziamento personale, ci consente di non distanziare la socialità, ma di navigare insieme gli oceani delle nostre esistenze. Perché non sali a bordo anche tu?


CHI CONDUCE

Non conduce nessuno, perchè si tratta di un gruppo di condivisione e mutuo auto-aiuto semplicemente facilitato da Elisabetta, dove ognuno può intervenire liberamente rispettando idee e sensibilità dei partecipanti. I temi trattati sono i più disparati, vuoi aggiungerne uno anche tu?


DOVE E QUANDO SI SVOLGE

ONLINE Sabato 23 Gennaio dalle ore 21,00 alle 22,30


MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

  • Iniziativa gratuita riservata agli associati
  • Se non sei ancora associato o non hai rinnovato la tessera puoi farlo ora!

È necessaria l’iscrizione per ricevere un link personale di accesso alla piattaforma di videoconferenza Meet.

Per prenotarsi: tel o whatsapp 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it



Ti potrebbe anche interessare:

OBIETTIVO DELLA CONFERENZA

Gli spot pubblicitari televisivi natalizi sono già iniziati e tutti parlano della Magia del Natale, una magia che vuole farci acquistare dolci, orologi, gioielli, profumi o bottiglie di liquori. Ma esiste davvero la Magia del Natale oltre agli slogan e ai messaggi patinati? La risposta è positiva.

In questo incontro parleremo del periodo storico di Roma, del Censimento e delle leggende sulle Sibille, mescoleremo cenni storici realmente accaduti a leggende tratte dalla Tradizione Cristiana o da altre fonti.

Scopriremo perché il Natale di Gesù cade il 25 dicembre e per fare questo chiederemo aiuto a San Luca ed al suo Vangelo, spiegando che la Natività cristiana non è collegata all’antica Festa della Luce romana come affermato da tanti, ma che esistono tracce che ci possono portare alla data attuale con grande precisione.

Tutto per sperimentare la vera Magia del Natale…

Non una catechesi ma una riflessione storico-teologica, con spiegazioni sul significato profondo di parole e fatti che spesso ascoltiamo ed osserviamo distrattamente.


ALCUNI TRA GLI ARGOMENTI TRATTATI

  • Scopriremo perché il Natale di Gesù cade correttamente il 25 dicembre e non in altre date
  • Parleremo del periodo storico dell’antica Roma e dei riscontri storici indiretti collegati alla natività di Gesù.
  • Guarderemo le stelle per cercare un’antica cometa o un segno zodiacale collegato alla nascita di Gesù
  • Approfondiremo la storia del presepe di San Francesco
  • Ascolteremo un breve passo della Legenda Aurea di Jacopo da Varagine.

CHI CONDUCE

Alberto Vignati è laureato in Economia e Commercio all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna e oggi lavora nel settore bancario. Ma la sua passione è negli studi religiosi e nell’arte sacra.

Infatti ha acquisito il Diploma di specializzazione in Studi Sindonici ed ha frequentato un Master in Scienza e Fede presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. Ha effettuato anche un corso in Arte Fede e Cultura presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano.


DOVE E QUANDO SI SVOLGE

  • ONLINE
  • Domenica 20 Dicembre dalle ore 21,00 alle 22,30

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

  • Conferenza gratuita con obbligo di iscrizione.
  • È riservata agli associati.

Se non sei ancora associato o non hai rinnovato la tessera questo è il momento giusto!

Gli iscritti riceveranno un link personale per accedere alla piattaforma di videoconferenza Meet.

Per prenotarsi: tel o whatsapp 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it



Ti potrebbe anche interessare:

OBIETTIVO DEL SABATO SERA SULL’ARCA

Come ai tempi del diluvio universale Noé salì sull’Arca per trovare rifugio dalle acque che inondarono ogni cosa, così, oggi, nei tempi della pandemia a volte il Sabato sera saliamo sull’Arca per trovare un po’ di conforto e di evasione dalle nostre vicissitudini quotidiane. Non ci sono coppie di animali sulla nuova Arca, ma a bordo salgono amici associati che in libertà e nell’ascolto reciproco condividono le loro passioni, i loro timori, i loro progetti per il futuro.

Gruppo AMA Sabato sera sull'ArcaLockdown, Eucarestia, contro-informazione, creazione e creatività si mescolano nelle pieghe dei discorsi delle nostre serate.

Il piacere di lavorare e sentire la terra umida tra le dita delle nostre mani mentre facciamo giardinaggio, raccontare gli aneddoti delle nostre vite mentre si è alle prese con una scrittura autobiografica, i colori delle tempere sulla tela, la famiglia e i figli, l’aiuto della preghiera nell’affrontare questi tempi, i timori e le speranze di ciascuno sono tutti temi che si intrecciano il sabato sera nei nostri incontri online grazie alla piattaforma di videoconferenze Meet.

Una boccata d’aria virtuale che, nel rispetto delle norme del distanziamento personale, ci consente di non distanziare la socialità, ma di navigare insieme gli oceani delle nostre esistenze. Perché non sali a bordo anche tu?


CHI CONDUCE

Non conduce nessuno, perchè si tratta di un gruppo di condivisione e mutuo auto-aiuto semplicemente facilitato da Elisabetta, dove ognuno può intervenire liberamente rispettando idee e sensibilità dei partecipanti. I temi trattati sono i più disparati, vuoi aggiungerne uno anche tu?


DOVE E QUANDO SI SVOLGE

ONLINE Sabato 19 Dicembre dalle ore 21,00 alle 22,30


MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

  • Iniziativa gratuita riservata agli associati
  • Se non sei ancora associato o non hai rinnovato la tessera puoi farlo ora!

È necessaria l’iscrizione per ricevere un link personale di accesso alla piattaforma di videoconferenza Meet.

Per prenotarsi: tel o whatsapp 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it



Ti potrebbe anche interessare:

riconciliazione

In questo articolo affrontiamo la riconciliazione, un tema di grande rilevanza per la vita relazionale di ogni persona. Molti usano questo termine come sinonimo di perdono, ma si tratta di aspetti diversi, che non necessariamente devono o possono viaggiare uniti. Proveremo a comprendere cos’è davvero la riconciliazione, se è sempre utile, possibile o consigliabile percorrerla.

madonna Guadalupe

OBIETTIVO DELLA CONFERENZA

Scoprire i segreti della Nostra Signora di Guadalupe, apparsa in Messico tra il 9 e il 12 dicembre 1531 sulla una collina a nord di Città del Messico a Juan Diego Cuauhtlatoatzin, uno dei primi aztechi convertiti al cristianesimo.
Nel santuario che ricorda l’evento è conservato il mantello (tilmàtli) di Juan Diego, sul quale è rappresentata l’immagine di Maria ritratta come giovane indiana con la pelle scura e chiamata amichevolmente dai fedeli “Virgen morenita”.

Non una catechesi ma una riflessione storico-teologica, con spiegazioni sul significato profondo di parole e fatti che spesso ascoltiamo ed osserviamo distrattamente.


ALCUNI TRA GLI ARGOMENTI TRATTATI

  • Storia dell’apparizione più importante dell’America Latina
  • Storia delle preesistenti religioni indigene
  • Apparizione ad un azteco convertito
  • La “Virgen morenita”
  • Riconoscimento non ufficiale ma di fatto
  • Studi scientifici sull’immagine della Vergine (Tilma)

CHI CONDUCE

Alberto Vignati è laureato in Economia e Commercio all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna e oggi lavora nel settore bancario. Ma la sua passione è negli studi religiosi e nell’arte sacra.

Infatti ha acquisito il Diploma di specializzazione in Studi Sindonici ed ha frequentato un Master in Scienza e Fede presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. Ha effettuato anche un corso in Arte Fede e Cultura presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano.


DOVE E QUANDO SI SVOLGE

  • ONLINE
  • Venerdì 11 Dicembre dalle ore 21,00 alle 22,30

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

  • Conferenza gratuita con obbligo di iscrizione.
  • È riservata agli associati. Se non sei ancora associato o non hai rinnovato la tessera del 2010 la quota annuale è di € 15,00.
ASSOCIATI ORA

Gli iscritti riceveranno un link personale per accedere alla piattaforma di videoconferenza Meet.

Per prenotarsi: tel o whatsapp 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it



Ti potrebbe anche interessare:

OBIETTIVO DELLA CONFERENZA

Scoprire i segreti del dogma dell’Immacolata Concezione, uno dei più recenti della Chiesa cattolica proclamato da papa Pio IX l’8 dicembre 1854  e confermato da Maria stessa sia prima che dopo il riconoscimento del Papa. Curiosamente la proclamazione del dogma si colloca in mezzo a due apparizioni mariane riconosciute dalla Chiesa cattolica. La prima nel 1830 a Catherine Labouré a Parigi e collegata alla medaglia miracolosa, la seconda
nel 1858 a Bernadette Soubirous a Lourdes. In entrambi i casi Maria si è presentata come l’Immacolata.

Non una catechesi ma una riflessione storico-teologica, con spiegazioni sul significato profondo di parole e fatti che spesso ascoltiamo ed osserviamo distrattamente.


ALCUNI TRA GLI ARGOMENTI TRATTATI

  • Immacolata ConcezioneMaria la prescelta
  • Il peccato originale
  • Significato e storia del Dogma Mariano
  • Lettera Apostolica “Ineffabilis Deus”
  • Lourdes, una conferma
  • “Que soy era Immaculada Councepciou – Io sono l’Immacolata Concezione”

CHI CONDUCE

Alberto Vignati è laureato in Economia e Commercio all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna e oggi lavora nel settore bancario. Ma la sua passione è negli studi religiosi e nell’arte sacra.

Infatti ha acquisito il Diploma di specializzazione in Studi Sindonici e ed ha frequentato un Master in Scienza e Fede presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. Ha effettuato anche un corso in Arte Fede e Cultura presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano.


DOVE E QUANDO SI SVOLGE

  • ONLINE
  • Lunedì 07 Dicembre dalle ore 21,00 alle 22,30

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

  • Conferenza gratuita con obbligo di iscrizione.
  • È riservata agli associati. Se non sei ancora associato o non hai rinnovato la tessera del 2010 la quota annuale è di € 15,00.
ASSOCIATI ORA

Gli iscritti riceveranno un link personale per accedere alla piattaforma di videoconferenza Meet.

Per prenotarsi: tel o whatsapp 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it



Ti potrebbe anche interessare:

OBIETTIVO DEL SABATO SERA SULL’ARCA

Come ai tempi del diluvio universale Noé salì sull’Arca per trovare rifugio dalle acque che inondarono ogni cosa, così, oggi, nei tempi della pandemia a volte il Sabato sera saliamo sull’Arca per trovare un po’ di conforto e di evasione dalle nostre vicissitudini quotidiane. Non ci sono coppie di animali sulla nuova Arca, ma a bordo salgono amici associati che in libertà e nell’ascolto reciproco condividono le loro passioni, i loro timori, i loro progetti per il futuro.

Gruppo AMA Sabato sera sull'ArcaLockdown, Eucarestia, contro-informazione, creazione e creatività si mescolano nelle pieghe dei discorsi delle nostre serate.

Il piacere di lavorare e sentire la terra umida tra le dita delle nostre mani mentre facciamo giardinaggio, raccontare gli aneddoti delle nostre vite mentre si è alle prese con una scrittura autobiografica, i colori delle tempere sulla tela, la famiglia e i figli, l’aiuto della preghiera nell’affrontare questi tempi, i timori e le speranze di ciascuno sono tutti temi che si intrecciano il sabato sera nei nostri incontri online grazie alla piattaforma di videoconferenze Meet.

Una boccata d’aria virtuale che, nel rispetto delle norme del distanziamento personale, ci consente di non distanziare la socialità, ma di navigare insieme gli oceani delle nostre esistenze. Perché non sali a bordo anche tu?


CHI CONDUCE

Non conduce nessuno, perchè si tratta di un gruppo di condivisione e mutuo auto-aiuto semplicemente facilitato da Elisabetta, dove ognuno può intervenire liberamente rispettando idee e sensibilità dei partecipanti. I temi trattati sono i più disparati, vuoi aggiungerne uno anche tu?


DOVE E QUANDO SI SVOLGE

ONLINE Sabato 28 Novembre dalle ore 21,00 alle 22,30


MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

  • Iniziativa gratuita riservata agli associati
  • Se non sei ancora associato o non hai rinnovato la tessera puoi farlo ora!

È necessaria l’iscrizione per ricevere un link personale di accesso alla piattaforma di videoconferenza Meet.

Per prenotarsi: tel o whatsapp 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it



FORSE TI PUÒ INTERESSARE ANCHE…

Mag 2022
22 Maggio 2022
ONLINE,
€39

Percorso sul Perdono 22 + 29 Maggio

Un percorso progressivo e collaudato per scoprire la convenienza di perdonare ci ha offesi e per affrontare anche il perdono verso sè stessi. I vantaggi in termini di salute e benessere sono ampi e scientificamente ben documentati, li esamineremo assieme in modo completo. Il perdono è la base di ogni percorso di guarigione e liberazione interiore.

Ulteriori informazioni »

OBIETTIVO DELLA CONFERENZA

Scoprire i segreti della medaglia miracolosa di Rue du Bac, un elemento devozionale che ha una storia curiosa: infatti da Giugno a Dicembre del 1830 Suor Caterina, giovane novizia delle Figlie della Carità a Parigi, riceve l’immensa grazia di intrattenersi per ben tre volte con Maria Vergine. Da quegli incontri straordinari nasce uno dei più conosciuti e venerati oggetti della cristianità.

Non una catechesi ma una riflessione storico-teologica, con spiegazioni sul significato profondo di parole e fatti che spesso ascoltiamo ed osserviamo distrattamente.


ALCUNI TRA GLI ARGOMENTI TRATTATI

Medaglia miracolosa

La medaglia miracolosa

  • 1830, cosa era successo prima e cosa accadrà poi
  • Storia della apparizione a Suor Caterina Labouré
  • Il ruolo del Padre Spirituale Don Giovanni Aladel
  • San Vincenzo de Paoli
  • La coniazione della Medaglia, la peste, le guarigioni, il successo
  • Il rischio superstizione e l’Imprimatur della Chiesa
  • Avvio tra il popolo cattolico della forte preghiera a Maria concepita senza peccato originale
  • Suor Caterina, che fine fece?

CHI CONDUCE

Alberto Vignati è laureato in Economia e Commercio all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna e oggi lavora nel settore bancario. Ma la sua passione è negli studi religiosi e nell’arte sacra.

Infatti ha acquisito il Diploma di specializzazione in Studi Sindonici ed ha frequentato un Master in Scienza e Fede presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. Ha effettuato anche un corso in Arte Fede e Cultura presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano.


DOVE E QUANDO SI SVOLGE

  • ONLINE
  • Venerdì 27 Novembre dalle ore 21,00 alle 22,30

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

  • Conferenza gratuita con obbligo di iscrizione.
  • È riservata agli associati. Se non sei ancora associato o non hai rinnovato la tessera del 2010 la quota annuale è di € 15,00.
ASSOCIATI ORA

Gli iscritti riceveranno un link personale per accedere alla piattaforma di videoconferenza Meet.

Per prenotarsi: tel o whatsapp 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it


Ti potrebbe anche interessare: