Eventi

narrare la fede

IN PRESENZA IN SICUREZZA

>> SCARICA E CONSULTA IL NOSTRO PROTOCOLLO COVID DI SICUREZZA


IL SIGNIFICATO DELLA NARRAZIONE

Per conoscerci e conoscersi bisogna raccontarsi, cioè narrarsi, ma è anche utile essere narrati da altri. Il racconto ha capacità di mettere in relazione più soggetti.

narrare la fede facendosi narrare

Veniamo narrati dalle persone che ci conoscono

La dimensione dell’essere narrati come “storia” avviene per bocca degli altri. La si apprende quando qualcuno racconta le nostre radici, i nostri primi momenti di vita e fanno sì che non solo sentiamo di essere “io” ma anche di appartenere ad un contesto dove l’altro mi riconosce attraverso la propria narrazione.

Siamo narrati dalle persone che ci hanno dato la vita, dagli altri familiari e dai parenti, dagli amici più cari, da chi ci conosce e ci riconosce. Attraverso la narrazione altrui impariamo anche ad auto-narrarci e apprendiamo a narrare il prossimo.


 

PERCHÈ NARRARE LA NOSTRA FEDE

narrare la fede con la preghiera

La nostra fede si può narrare

La fede è un dono, una grazia, quindi molti pensano che non ci sia nulla di cui parlare. Ma non è proprio così, perché la fede si alimenta attraverso due distinte dinamiche, una spirituale da Dio verso io e una umana da io verso Dio. Durante

Uno dei modi per rinvigorire ma propria fede è farne memoria, collocarla nel proprio contesto di vita, attualizzarla, descriverla per renderla più vera e importante.

Descrivere la propria fede è un atto di amore perché apre alla profondità e alla responsabilità, non c’è nulla di scontato, c’è una ricerca dove sicurezze e dubbi si rincorrono e il quadro narrativo si scompone e ricompone costantemente. Si tratta di un processo di Agape.

Ogni uomo e ogni donna nel raccontarsi scopre questa sua unicità che lo fa essere irripetibile per i tanti aspetti della sua storia e tra questi anche il suo modo di vivere la fede. Un percorso di scoperta di sé.


 

MA IO NON SONO CAPACE A SCRIVERE!

narrare la fede anche per strada

Si può scrivere in qualsiasi contesto e situazione.

Una delle principali obiezioni che avviene nelle persone alle quali viene proposto di scrivere di sé è che si valutano incapaci a scrivere bene. Questa affermazione è falsa, perché tutti siamo capaci a scrivere, al di là delle specifiche abilità o del livello di studio. Inoltre scrivere di noi serve prevalentemente a noi stessi e non agli altri, quindi non è importante la sintassi o la coniugazione dei verbi, quello che conta è il contenuto, cioè ciò che emerge da noi. Si può scrivere in qualsiasi contesto e situazione.

Quindi se pensi di non essere capace… beh, sappi che dentro di te cova una narratrice o un narratore che probabilmente hai timore di far emergere. Ma questa può essere la volta buona!


COSA FAREMO

Saremo guidati in un percorso di scrittura autobiografica progressivo, accompagnati da letture ricche di spunti, accuditi da un’insegnante di grande esperienza che avrà il compito di facilitatrice. Saremo portati a concederci spazi di riflessione, alternati a momenti di piacevole socialità, di buon cibo, di contemplazione della natura e di preghiera.

narrare la fede in sei dimensioni

6 dimensioni di fede sulle quali riflettere

La fede verrà narrata attraverso 6 differenti dimensioni, ognuna delle quali in grado di aprire una finestra interiore:

  1. La fede come messaggio
  2. La fede come radici
  3. La fede come preghiera
  4. La fede come ricerca di senso
  5. La fede come generatività
  6. fede come cura


CHI GUIDA IL PERCORSO

Raccontare la fede con Anna RomboniSaremo sotto la guida attenta della D.ssa Anna Romboni, esperta di autobiografia formata alla famosa Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari (AR), laureata in scienze religiose e consigliera dell’associazione.

Sarà affiancata anche da Elisabetta e da Fabrizio, che si occuperanno dell’animazione e della gestione degli altri spazi.


PER CHI È ADATTO IL PERCORSO

Il percorso è pensato per tutti, senza alcun limite culturale, di età o di fede. Non è necessario aver svolto precedenti percorsi di scrittura, ma naturalmente “Narrare la fede” è fortemente raccomandato a chi ha già partecipato ad uno dei precedenti percorsi di scrittura autobiografica proposti dall’associazione, perché si tratta di una tematica e di una modalità non sviluppata in precedenza.


QUANDO E DOVE

Il ritiro spirituale:

  • inizia venerdì 23 luglio alle ore 18,30
  • termina domenica 25 luglio alle ore 17,00

ALL’INIZIO DEL RITIRO MANCANO:

0Giorni0Ore0Minuti0Secondi

Si svolge presso il:

Centro di Spiritualità San Girolamo – Viale Papa Giovanni XXIII 4 – Somasca di Vercurago LC

La Casa dei Padri Somaschi si trova a mezza collina con una splendida vista sul lago di Garlate, ed è adiacente al Santuario che ospita i resti di San Girolamo Emiliani.

È dotata di ampi spazi interni ed esterni e di tutti i dispositivi necessari per svolgere il ritiro in sicurezza.

Per chi viaggia in treno: da Milano Centrale diretti per Lecco-Sondrio scendere a Calolziocorte. Da Milano Porta Garibaldi locali per Lecco scendere a Vercurago. Nostra navetta gratuita dalla stazione di Vercurago a Somasca.


COSTO

È previsto un costo di € 165 in camera sia singola che doppia, e comprende la pensione completa e i pernottamenti.

Verrà richiesto per l’iscrizione un deposito cauzionale di € 50,00,  il saldo verrà versato direttamente alla segreteria il primo giorno di partecipazione

È riservato agli associati: associarsi è semplice e lo puoi anche fare ora…


PER GLI ASSOCIATI 2021

Se sei un associato in regola 2021 puoi procedere direttamente con l’iscrizione versando la quota di partecipazione con Pay Pal o con Bonifico bancario. Puoi iscrivere contemporaneamente più persone purché siano già associate.

ISCRIVITI ORA CON PAYPAL





ISCRIVITI CON BONIFICO BANCARIO

Visti i tempi tecnici di ricezione dei bonifici è necessario contattare la segreteria per bloccare il posto e verificare l’effettiva disponibilità:  Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it


PER I NON ASSOCIATI

Se non sei associato o lo sei stato in passato ora è il momento giusto!

ISCRIVITI E ASSOCIATI ORA CON CARTA DI CREDITO O BONIFICO BANCARIO


Ulteriori info: Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it



Ti potrebbe anche interessare:

agape

DI COSA SI TRATTA

Agape è un percorso progressivo di riscoperta della propria storia di vita, partendo dal concepimento fino all’età adulta, rileggendo ogni passaggio alla luce della presenza di Dio in ogni evento della vita.

Ogni partecipante riceve accompagnamento personale da una guida formata dal punto di vista spirituale e umano.

È un percorso studiato per:

  • rileggere la propria vita alla luce della Parola di Dio
  • trasfigurare ogni avvenimento del passato
  • trovare risposte di senso nel presente
  • vivere la propria missione per il futuro

LUOGO E DATE

Il  Collegio Oblati Missionari si trova a Rho, a pochi chilometri da Milano.

È stato recentemente restaurato, è facile da raggiungere con i mezzi pubblici, è dotato di ampie stanze, ha un bel chiostro, ambienti densi di storia e un ampio parco.

Questo Ritiro Agape si svolgerà da Domenica 03 Ottobre alle ore 17,30 fino a Sabato 09 Ottobre alle ore 17,30



COSA SIGNIFICA AGAPE

Agape significa amore. Un amore che si offre senza chiedere nulla in cambio, gratuito, generoso, universale, divino e assoluto. È proprio grazie a questo amore che vivremo una profonda esperienza di trasfigurazione di ciò che ha impedito alla nostra vita di decollare come avremmo desiderato.

L’amore Agape non conosce tempo e spazio e consente di abbracciare il passato, il presente e il futuro.


L’APPROCCIO DELL’AGAPE

agape approccio spirituale

L’approccio dell’Agape è spirituale e rinnova l’esperienza battesimale

L’approccio dell’Agape non è psicologico ma spirituale, anche se si verrà chiamati a fare memoria di alcuni passaggi fondamentali della propria esistenza riletti attraverso l’amore di Dio.

Attraverso l’azione dello Spirito Santo si viene aiutati a portare a galla ciò che ha bisogno di emergere, a guardare con occhi nuovi ciò che ha necessità di essere preso in carico e riconfigurato attraverso l’agape divina, che può guarire anche le ferite più profonde.

Man mano che si fa esperienza dell’amore si placano le tempeste, le sofferenze vengono redente e trasfigurate.

Il percorso termina aiutando i partecipanti ad identificare la propria missione di vita per proiettarsi verso un nuovo futuro.


CHI CONDUCE

Padre Francesco Ghidini é sacerdote nella comunità degli Oblati Missionari di Rho, dove guida esercizi spirituali e si dedica alla predicazione di missioni popolari. Inoltre promuove esperienze di nuova evangelizzazione in tutta Italia. È socio onorario della Famiglia della Luce con Camilla.

Si occupa degli insegnamenti teologico-spirituali, dell’accompagnamento personale e della liturgia dell’Agape.


Elisabetta Fezzi presidente del direttivoElisabetta Fezzi  è co-fondatatrice e presidente dell’associazione. È giornalista, counselor professionista ad indirizzo pastorale, esperta in tecniche autobiografiche e scrittrice.

Si occupa della segreteria organizzativa, dell’accompagnamento personale, della logistica e della gestione dei lavori personali dell’Agape.


Fabrizio Penna – abita a Lecco ed è co-fondatore e consigliere dell’associazione. È dottore in scienze psicologiche, consulente relazionale professionista, mediatore familiare, giornalista e scrittore.

Si occupa degli insegnamenti umanistico-spirituali, dell’accompagnamento personale, della gestione dei lavori comunitari e della sezione musicale dell’Agape.

>>> In caso di necessità verranno coinvolti altri sacerdoti o laici debitamente formati


COSTO DEL PERCORSO ED ISCRIZIONI

Il costo del percorso è di € 490,00

Comprende la pensione completa (6 notti) in camera singola o doppia per le coppie, a partire dalla cena di domenica sera fino al pranzo del sabato successivo (12 pasti). Inoltre materiale didattico e assistenza personalizzata sia durante che dopo il termine dell’Agape.

Le guide svolgono il loro servizio come volontari senza retribuzioni. La quota di partecipazione serve per coprire le spese di ospitalità del partecipante (65%), i rimborsi e l’ospitalità delle guide (15%), la segreteria e il materiale didattico (20%).

Per l’iscrizione viene chiesto di versare un deposito cauzionale come acconto di € 100,00, mentre il saldo avviene in loco all’inizio del percorso.

Prima di essere ammessi sarà chiesto di compilare un questionario, utile agli organizzatori per ricevere informazioni preventive sulla situazione personale di chi partecipa.


LA DATA DI INIZIO SI AVVICINA…

0Settimane0Giorni0Ore0Minuti

È riservato agli associati: associarsi è semplice e lo puoi anche fare ora…

PER GLI ASSOCIATI 2021

Se sei un associato in regola 2021 puoi procedere direttamente con l’iscrizione versando la quota di partecipazione con Pay Pal o con Bonifico bancario. Puoi iscrivere contemporaneamente più persone purché siano già associate.

ISCRIVITI ORA CON PAYPAL





ISCRIVITI CON BONIFICO BANCARIO

Visti i tempi tecnici di ricezione dei bonifici è necessario contattare la segreteria per bloccare il posto e verificare l’effettiva disponibilità:  Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it

PER I NON ASSOCIATI

Se non sei associato o lo sei stato in passato ora è il momento giusto!

ISCRIVITI E ASSOCIATI ORA CON CARTA DI CREDITO O BONIFICO BANCARIO

Ulteriori info: Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it

Ti potrebbe anche interessare:

agape

DI COSA SI TRATTA

Agape è un percorso progressivo di riscoperta della propria storia di vita, partendo dal concepimento fino all’età adulta, rileggendo ogni passaggio alla luce della presenza di Dio in ogni evento della vita.

Ogni partecipante riceve accompagnamento personale da una guida formata dal punto di vista spirituale e umano.

È un percorso studiato per:

  • rileggere la propria vita alla luce della Parola di Dio
  • trasfigurare ogni avvenimento del passato
  • trovare risposte di senso nel presente
  • vivere la propria missione per il futuro

LUOGO E DATE

Il  Collegio Oblati Missionari si trova a Rho, a pochi chilometri da Milano.

È stato recentemente restaurato, è facile da raggiungere con i mezzi pubblici, è dotato di ampie stanze, ha un bel chiostro, ambienti densi di storia e un ampio parco.

Questo Ritiro Agape si svolgerà da Domenica 03 Ottobre alle ore 17,30 fino a Sabato 09 Ottobre alle ore 17,30



COSA SIGNIFICA AGAPE

Agape significa amore. Un amore che si offre senza chiedere nulla in cambio, gratuito, generoso, universale, divino e assoluto. È proprio grazie a questo amore che vivremo una profonda esperienza di trasfigurazione di ciò che ha impedito alla nostra vita di decollare come avremmo desiderato.

L’amore Agape non conosce tempo e spazio e consente di abbracciare il passato, il presente e il futuro.


L’APPROCCIO DELL’AGAPE

agape approccio spirituale

L’approccio dell’Agape è spirituale e rinnova l’esperienza battesimale

L’approccio dell’Agape non è psicologico ma spirituale, anche se si verrà chiamati a fare memoria di alcuni passaggi fondamentali della propria esistenza riletti attraverso l’amore di Dio.

Attraverso l’azione dello Spirito Santo si viene aiutati a portare a galla ciò che ha bisogno di emergere, a guardare con occhi nuovi ciò che ha necessità di essere preso in carico e riconfigurato attraverso l’agape divina, che può guarire anche le ferite più profonde.

Man mano che si fa esperienza dell’amore si placano le tempeste, le sofferenze vengono redente e trasfigurate.

Il percorso termina aiutando i partecipanti ad identificare la propria missione di vita per proiettarsi verso un nuovo futuro.


CHI CONDUCE

Padre Francesco Ghidini é sacerdote nella comunità degli Oblati Missionari di Rho, dove guida esercizi spirituali e si dedica alla predicazione di missioni popolari. Inoltre promuove esperienze di nuova evangelizzazione in tutta Italia. È socio onorario della Famiglia della Luce con Camilla.

Si occupa degli insegnamenti teologico-spirituali, dell’accompagnamento personale e della liturgia dell’Agape.


Elisabetta Fezzi presidente del direttivoElisabetta Fezzi  è co-fondatatrice e presidente dell’associazione. È giornalista, counselor professionista ad indirizzo pastorale, esperta in tecniche autobiografiche e scrittrice.

Si occupa della segreteria organizzativa, dell’accompagnamento personale, della logistica e della gestione dei lavori personali dell’Agape.


Fabrizio Penna – abita a Lecco ed è co-fondatore e consigliere dell’associazione. È dottore in scienze psicologiche, consulente relazionale professionista, mediatore familiare, giornalista e scrittore.

Si occupa degli insegnamenti umanistico-spirituali, dell’accompagnamento personale, della gestione dei lavori comunitari e della sezione musicale dell’Agape.

>>> In caso di necessità verranno coinvolti altri sacerdoti o laici debitamente formati


COSTO DEL PERCORSO ED ISCRIZIONI

Il costo del percorso è di € 490,00

Comprende la pensione completa (6 notti) in camera singola o doppia per le coppie, a partire dalla cena di domenica sera fino al pranzo del sabato successivo (12 pasti). Inoltre materiale didattico e assistenza personalizzata sia durante che dopo il termine dell’Agape.

Le guide svolgono il loro servizio come volontari senza retribuzioni. La quota di partecipazione serve per coprire le spese di ospitalità del partecipante (65%), i rimborsi e l’ospitalità delle guide (15%), la segreteria e il materiale didattico (20%).

Per l’iscrizione viene chiesto di versare un deposito cauzionale come acconto di € 100,00, mentre il saldo avviene in loco all’inizio del percorso.

Prima di essere ammessi verrà chiesto di compilare un questionario, utile agli organizzatori per ricevere informazioni preventive sulla situazione personale di chi partecipa.


LA DATA DI INIZIO SI AVVICINA…

0Settimane0Giorni0Ore0Minuti

È riservato agli associati: associarsi è semplice e lo puoi anche fare ora…

PER GLI ASSOCIATI 2021

Se sei un associato in regola 2021 puoi procedere direttamente con l’iscrizione versando la quota di partecipazione con Pay Pal o con Bonifico bancario. Puoi iscrivere contemporaneamente più persone purché siano già associate.

ISCRIVITI ORA CON PAYPAL





ISCRIVITI CON BONIFICO BANCARIO

Visti i tempi tecnici di ricezione dei bonifici è necessario contattare la segreteria per bloccare il posto e verificare l’effettiva disponibilità:  Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it

PER I NON ASSOCIATI

Se non sei associato o lo sei stato in passato ora è il momento giusto!

ISCRIVITI E ASSOCIATI ORA CON CARTA DI CREDITO O BONIFICO BANCARIO

Ulteriori info: Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it

Ti potrebbe anche interessare:

PERCHÈ PERDONARE

La situazione che stiamo vivendo è davvero complessa, è il caso di pensare ora al perdono?. Nelle nostre famiglie e comunità, sovente obbligate a convivenze forzate oppure all’isolamento per il covid, le relazioni sono messe a dura prova. In molti casi stanno aumentando il distanziamento, i conflitti, la frustrazione e la rabbia.
William Shakespeare affermava che “aver rabbia è come bere del veleno e aspettare che l’altro muoia”.

Inutile far salire troppo la temperatura, occorre lavorare per farla scendere, altrimenti il rischio è quello di essere noi a soccombere. Occorre trovare luoghi di incontro, affrontare le situazioni prima che diventi troppo tardi e attuare azioni di giustizia riparativa, la più importante delle quali è il perdono.

A questo punto molti inizieranno a sbuffare: con tutti i problemi che ho in questo momento mi venite a parlare di perdono? Poi è una cosa da preti, non mi interessa la morale. Poi dovrei perdonare cosa e a chi? Non voglio sempre dargliela vinta, ha sbagliato! In fin dei conti sono io ad aver subito l’offesa. Le obiezioni possono essere molte, le resistenze altrettante…

Ma se ti stai ponendo anche una sola di queste obiezioni il percorso pratico sul perdono che stiamo per proporvi fa proprio per te!

È un percorso di vita che può cambiare la tua vita.


UN PERCORSO CHE PUÒ CAMBIARE LA VITA

È un percorso progressivo di consapevolezza e scelta per giungere a perdonare sia fatti compiuti da altri che azioni compiute da noi stessi. Apprenderemo tutti gli strumenti per realizzare un perdono profondo ed efficace, tenendo presenti gli aspetti emotivi, psicologici e morali. Scopri cosa è e che cosa non è il perdono

• IL PERDONO SERVE A NOI

Il perdono non è un regalo ad altri, ma un dono per noi stessi. I vantaggi personali in termini di salute e benessere sono ampi e scientificamente ben documentati, li esamineremo assieme in modo completo. Il perdono è la base di ogni percorso di guarigione e liberazione interiore.

• PERDONO NON È RICONCILIAZIONE

Il perdono è sempre possibile, la riconciliazione invece no, e a volte non è neanche consigliabile. Occorre uscire dal perdono semplicistico e moralistico:  impareremo come farlo e perché ci fa bene farlo.


IL NOSTRO PERCORSO SUL PERDONO

Per Dono percorso sul perdonoUtilizzeremo un percorso davvero unico,  che unisce fede e ragione, sviluppato da psicologi e sacerdoti, sperimentato in diversi ambiti sociali e Paesi del mondo.

È stato messo a punto dall’Università del Perdono ed è stato completato e adattato per la modalità online dalla nostra associazione.


COSA FAREMO

Si alterneranno insegnamenti generali in “in aula magna”, lavoro personale in piccoli gruppi in “aule separate”, momenti di condivisione e preghiera.

Inoltre c’è la possibilità di colloqui personali su appuntamento anche a ritiro terminato. Scopriremo che questo modo di vivere il perdono è… proprio ciò di cui avevamo bisogno da tempo.


PERCHÈ NON PERDERE L’OCCASIONE

Perché è un’opportunità unica per affrontare una tematica fondamentale senza spostarti da casa, un’opportunità per risparmiare, una possibilità per chiarirsi tutti i dubbi e per ricevere un’assistenza personalizzata e riservata.


CHI CONDUCE IL CORSO

 

Elisabetta Fezzi è cofondatorice e presidente dell’Associazione Famiglia della Luce con Camilla, giornalista, counsellor pastorale ed esperta di scrittura autobiografica.  È formatrice accreditata dell’Università del Perdono.


Fabrizio Penna è cofondatore dell’Associazione Famiglia della Luce con Camilla, giornalista, dottore in scienze e tecniche psicologiche, mediatore familiare ed esperto di formazione professionale e relazione d’aiuto. È formatore accreditato dell’Università del Perdono.


DOVE E QUANDO

ONLINE su piattaforma Meet:  si accede con un semplice click al link inviato.

>>> Domenica 25 Settembre:

  • mattina 09.00 – 12,00;
  • pomeriggio 14,30 – 17,30;
  • sera: 21,00 – 22,00 per chi lo desidera preghiera guidata sul perdono

>>> Domenica 26 Settembre:

  • mattina 09.00 – 12,00;
  • pomeriggio 14,30 – 17,30;

ALL’INIZIO DEL RITIRO MANCANO:

0Settimane0Giorni0Ore0Minuti0Secondi

COSTO

€ 39,00 a persona per le due giornate: comprende insegnamenti, materiale didattico, esercitazioni e un colloquio personale di supporto su prenotazione.

È riservato agli associati: associarsi è semplice e lo puoi anche fare ora…

PER GLI ASSOCIATI 2021

Se sei un associato in regola 2021 puoi procedere direttamente con l’iscrizione versando la quota di partecipazione con Pay Pal o con Bonifico bancario. Puoi iscrivere contemporaneamente più persone purché siano già associate.

ISCRIVITI ORA CON PAYPAL





ISCRIVITI CON BONIFICO BANCARIO

Visti i tempi tecnici di ricezione dei bonifici è necessario contattare la segreteria per bloccare il posto e verificare l’effettiva disponibilità:  Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it

PER I NON ASSOCIATI

Se non sei associato o lo sei stato in passato ora è il momento giusto!

ISCRIVITI E ASSOCIATI ORA CON CARTA DI CREDITO O BONIFICO BANCARIO

Ulteriori info: Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it

Ti potrebbe anche interessare:

PERCHÈ SCRIVERE DI ME?

laboratorio autobiografia

Con l’autobiografia una nuova direzione al presente

Qual è il senso di scrivere di sé? Le differenze tra un uomo e l’altro sono ridotte sia biologicamente che fisiologicamente, tuttavia ogni vita è unica, irripetibile ma re-interpretabile, e può essere narrata attraverso il proprio personalissimo racconto.

Non è necessario essere degli scrittori, non si tratta di dimostrare la propria abilità letteraria o di usare correttamente congiuntivi e pronomi ma di prenderci cura di noi stessi perché, di attribuire significato ai ricordi e generare riflessività, possiamo esplorare la nostra anima per conoscerci, conoscerci per comprenderci, comprenderci per andare oltre.

Per certi aspetti scrivere di noi è una rinascita, perché ci permette di far capire agli altri il modo in cui vogliamo essere compresi.
Attraverso i ricordi del passato possiamo dare significato al presente, reinterpretare il nostro mondo, comunicare valori e tradizioni, scoprire qualcosa di noi, di quello che siamo stati, di quello che saremo.


OBIETTIVO DEL LABORATORIO DI AUTOBIOGRAFIA 1° LIVELLO

Scrivere la propria autobiografia significa percorrere la propria storia di vita facendo memoria dei fatti peculiari del passato per proiettarsi in un futuro ricco di opportunità, nuove prospettive, infinite sfumature.
Impareremo a farlo attraverso le tecniche autobiografiche che verranno prima spiegate e poi immediatamente sperimentate attraverso 8 incontri progressivi densi di pratica.
Questo 1° laboratorio esplora il tempo che va dalla nascita alla pre-adolescenza.
Successivi laboratori, riservati a chi ha partecipato a questo, interesseranno altri momenti della vita.

Con l’autobiografia, attraverso i ricordi del passato possiamo dare significato al presente…


 CHI GUIDA IL LABORATORIO

Anna Romboni laboratorio scrittura autobiograficaSaremo sotto la guida attenta della D.ssa Anna Romboni, esperta di autobiografia formata alla famosa Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari (AR), laureata in scienze religiose e consigliera dell’associazione.


DOVE E QUANDO

Il laboratorio di svolgerà ONLINE su piattaforma Meet.

Questi incontri possono essere considerati propedeutici al percorso Agape.

Si terranno il giovedì sera dalle 20.25 alle 22.45:

  • 13 e 30 Settembre
  • 14 e 28 Ottobre
  • 11 e 25 Novembre
  • 09 e 30 Dicembre

Non è possibile inserirsi a percorso già iniziato né partecipare a singole serate. Il corso è a numero chiuso, possono partecipare al massimo 10 persone. Occorre un quaderno, una penna e il desiderio di mettersi in gioco


COSTO

€ 80,00 a persona per gli 8 incontri: comprende insegnamenti, materiale didattico, esercitazioni a casa.

È riservato agli associati: associarsi è semplice e lo puoi anche fare ora…

PER GLI ASSOCIATI 2021

Se sei un associato in regola 2021 puoi procedere direttamente con l’iscrizione versando la quota di partecipazione con Pay Pal o con Bonifico bancario. Puoi iscrivere contemporaneamente più persone purché siano già associate.

ISCRIVITI ORA CON PAYPAL





ISCRIVITI CON BONIFICO BANCARIO

Visti i tempi tecnici di ricezione dei bonifici è necessario contattare la segreteria per bloccare il posto e verificare l’effettiva disponibilità:  Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it

PER I NON ASSOCIATI

Se non sei associato o lo sei stato in passato ora è il momento giusto!

ISCRIVITI E ASSOCIATI ORA CON CARTA DI CREDITO O BONIFICO BANCARIO

Ulteriori info: Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it

Ti potrebbe anche interessare:

RITIRO SPIRITUALE IN PRESENZA IN SICUREZZA

>> SCARICA E CONSULTA IL NOSTRO PROTOCOLLO COVID DI SICUREZZA


PERCHÈ UN RITIRO SU MARIA CHE SCIOGLIE I NODI?

Maria che scioglie i nodi

Al termine del mese di Maggio 2021 Papa Francesco ha consacrato il periodo post covid che stiamo vivendo a Maria che scioglie i nodi. Una scelta curiosa, dovuta al fatto che quando il giovane prete Jorge Mario Bergoglio ha studiato teologia in Germania ha potuto osservare un dipinto a olio su tela realizzato intorno al 1700 dal pittore tedesco Johann Georg Melchior Schmidtner conservato ad Augusta fonte di grande venerazione popolare.

Il giovane Bergoglio è rimasto profondamente colpito da questa raffigurazione della Vergine e una volta tornato in patria si è impegnato a diffonderne il culto inizialmente in Argentina e poi nel resto dell’America del Sud, in particolare in Brasile. In Europa la devozione è invece presente ormai da diversi secoli.

COSA COLPISCE IN MARIA CHE SCIOGLIE I NODI?

Maria che scioglie i nodiMaria è al centro della scena, con al lato destro un angelo che le porge un filo pieno di nodi intrecciati di tutti i tipi e al lato sinistro un altro angelo che raccoglie il filo libero dai nodi che Maria ha sciolto. La Vergine è rappresentata con la luna ai suoi piedi (Ap 12,1), mentre calpesta un serpente che rappresenta simbolicamente il diavolo (Gen 3,15).

Gli elementi simbolici presenti nel quadro sono ancora molti, ma per ora ci soffermiamo solo sui nodi: Maria, come ricordato da Sant’Ireneo di Lione (Adversus Haereses III, 22, 4) ha sciolto il nodo della disobbedienza di Eva ha avuto la sua soluzione con la sua obbedienza; ciò che la vergine Eva aveva legato con la sua incredulità, la vergine Maria l’ha sciolto con la sua fede.

I NOSTRI NODI DA SCIOGLIERE

Maria che scioglie i nodi

Ognuno ha dei nodi, qualcuno è molto aggrovigliato

Ognuno di noi ha dei nodi da sciogliere, alcuni più intricati di altri. Il nodo rappresenta qualcosa che lega, che trattiene, che magari imprigiona, che non permette di esprimere in modo costruttivo e sano la propria libertà. Possono essere nodi nelle relazioni e negli affetti, oppure nodi nel lavoro e nelle attività, nodi nella salute fisica o psicologica, nodi legati a dipendenze da sostanze oppure a dipendenze affettive, oppure nodi morali come l’impossibilità di donare o ricevere il perdono, o magari nodi spirituali di origine malefica provocati da terze persone o da noi stessi.

Maria, grazie alla sua intercessione e alla nostra preghiera svolta con fede, può sciogliere anche i nodi più intricati portandoli a Gesù, in modo che tutto ciò che è “motivo di croce” nella nostra vita possa essere redento, trasfigurato e divenire motivo di salvezza. Sarà l’offerta delle nostre ferite e dei nostri nodi a permetterne la guarigione, come è accaduto al Risorto.

COSA FAREMO

Il programma prevede insegnamenti, lavoro personale, la confessione della vita, Via Crucis, Rosario meditato, Santa Messa quotidiana, Adorazione Eucaristica e “bagno di preghiera“. Si alterneranno brevi catechesi, riflessione personale e in gruppo e ampi momenti di preghiera comunitaria di intercessione per slegare i nodi e ottenere liberazione e guarigione. Vivremo anche dei momenti di intensa convivialità e giocosità, dove coniugare la festività religiosa dell’Assunta con la leggerezza della festività civile del Ferragosto.

QUANDO E DOVE

Il ritiro spirituale:

  • inizia venerdì 13 agosto alle ore 19,00
  • termina domenica 15 agosto alle ore 17,00

 

ALL’INIZIO DEL RITIRO MANCANO:

0Giorni0Ore0Minuti0Secondi

Si svolge presso il:

Centro di Spiritualità San Girolamo – Viale Papa Giovanni XXIII 4 – Somasca di Vercurago LC

viaggio interiore per tornare semplici come bambini

La splendida visuale dalla Casa di Spiritualità dei Padri Somaschi

La Casa dei Padri Somaschi si trova a mezza collina con una splendida vista sul lago di Garlate, ed è adiacente al Santuario che ospita i resti di San Girolamo Emiliani.

È dotata di ampi spazi interni ed esterni e di tutti i dispositivi necessari per svolgere il ritiro in sicurezza.

Per chi viaggia in treno: da Milano Centrale diretti per Lecco-Sondrio scendere a Calolziocorte. Da Milano Porta Garibaldi locali per Lecco scendere a Vercurago. Nostra navetta gratuita dalla stazione di Vercurago a Somasca.

CHI CONDUCE IL RITIRO SPIRITUALE

 

Don Giuseppe D’Aquino è sacerdote nella diocesi siciliana di Acireale. Dopo una lunga esperienza come parroco oggi cura l’animazione spirituale dell’Eremo S. Anna di Aci S. Filippo e cura altri incarichi pastorali. È socio onorario dell’associazione, le cui attività segue sin da prima della sua nascita.

Elisabetta Fezzi è cofondatorice e presidente dell’Associazione Famiglia della Luce con Camilla, giornalista, counsellor pastorale ed esperta di scrittura autobiografica.  È formatrice, scrittrice e ministro straordinario della Comunione nella sua comunità pastorale.

Fabrizio Penna è cofondatore dell’Associazione Famiglia della Luce con Camilla, giornalista, dottore in scienze e tecniche psicologiche, mediatore familiare ed esperto di formazione professionale e relazione d’aiuto. È ministro straordinario della Comunione nella sua comunità pastorale.


COSTO

È previsto un costo di € 165 in camera sia singola che doppia, e comprende la pensione completa e i pernottamenti.

È riservato agli associati: associarsi è semplice e lo puoi anche fare ora…


PER GLI ASSOCIATI 2021

Se sei un associato in regola 2021 puoi procedere direttamente con l’iscrizione versando la quota di partecipazione con Pay Pal o con Bonifico bancario. Puoi iscrivere contemporaneamente più persone purché siano già associate.

ISCRIVITI ORA CON PAYPAL





ISCRIVITI CON BONIFICO BANCARIO

Visti i tempi tecnici di ricezione dei bonifici è necessario contattare la segreteria per bloccare il posto e verificare l’effettiva disponibilità:  Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it


PER I NON ASSOCIATI

Se non sei associato o lo sei stato in passato ora è il momento giusto!

ISCRIVITI E ASSOCIATI ORA CON CARTA DI CREDITO O BONIFICO BANCARIO


Ulteriori info: Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it



Ti potrebbe anche interessare:

narrare la fede

IN PRESENZA IN SICUREZZA

>> SCARICA E CONSULTA IL NOSTRO PROTOCOLLO COVID DI SICUREZZA


IL SIGNIFICATO DELLA NARRAZIONE

Per conoscerci e conoscersi bisogna raccontarsi, cioè narrarsi, ma è anche utile essere narrati da altri. Il racconto ha capacità di mettere in relazione più soggetti.

narrare la fede facendosi narrare

Veniamo narrati dalle persone che ci conoscono

La dimensione dell’essere narrati come “storia” avviene per bocca degli altri. La si apprende quando qualcuno racconta le nostre radici, i nostri primi momenti di vita e fanno sì che non solo sentiamo di essere “io” ma anche di appartenere ad un contesto dove l’altro mi riconosce attraverso la propria narrazione.

Siamo narrati dalle persone che ci hanno dato la vita, dagli altri familiari e dai parenti, dagli amici più cari, da chi ci conosce e ci riconosce. Attraverso la narrazione altrui impariamo anche ad auto-narrarci e apprendiamo a narrare il prossimo.


 

PERCHÈ NARRARE LA NOSTRA FEDE

narrare la fede con la preghiera

La nostra fede si può narrare

La fede è un dono, una grazia, quindi molti pensano che non ci sia nulla di cui parlare. Ma non è proprio così, perché la fede si alimenta attraverso due distinte dinamiche, una spirituale da Dio verso io e una umana da io verso Dio. Durante

Uno dei modi per rinvigorire ma propria fede è farne memoria, collocarla nel proprio contesto di vita, attualizzarla, descriverla per renderla più vera e importante.

Descrivere la propria fede è un atto di amore perché apre alla profondità e alla responsabilità, non c’è nulla di scontato, c’è una ricerca dove sicurezze e dubbi si rincorrono e il quadro narrativo si scompone e ricompone costantemente. Si tratta di un processo di Agape.

Ogni uomo e ogni donna nel raccontarsi scopre questa sua unicità che lo fa essere irripetibile per i tanti aspetti della sua storia e tra questi anche il suo modo di vivere la fede. Un percorso di scoperta di sé.


 

MA IO NON SONO CAPACE A SCRIVERE!

narrare la fede anche per strada

Si può scrivere in qualsiasi contesto e situazione.

Una delle principali obiezioni che avviene nelle persone alle quali viene proposto di scrivere di sé è che si valutano incapaci a scrivere bene. Questa affermazione è falsa, perché tutti siamo capaci a scrivere, al di là delle specifiche abilità o del livello di studio. Inoltre scrivere di noi serve prevalentemente a noi stessi e non agli altri, quindi non è importante la sintassi o la coniugazione dei verbi, quello che conta è il contenuto, cioè ciò che emerge da noi. Si può scrivere in qualsiasi contesto e situazione.

Quindi se pensi di non essere capace… beh, sappi che dentro di te cova una narratrice o un narratore che probabilmente hai timore di far emergere. Ma questa può essere la volta buona!


COSA FAREMO

Saremo guidati in un percorso di scrittura autobiografica progressivo, accompagnati da letture ricche di spunti, accuditi da un’insegnante di grande esperienza che avrà il compito di facilitatrice. Saremo portati a concederci spazi di riflessione, alternati a momenti di piacevole socialità, di buon cibo, di contemplazione della natura e di preghiera.

narrare la fede in sei dimensioni

6 dimensioni di fede sulle quali riflettere

La fede verrà narrata attraverso 6 differenti dimensioni, ognuna delle quali in grado di aprire una finestra interiore:

  1. La fede come messaggio
  2. La fede come radici
  3. La fede come preghiera
  4. La fede come ricerca di senso
  5. La fede come generatività
  6. fede come cura


CHI GUIDA IL PERCORSO

Raccontare la fede con Anna RomboniSaremo sotto la guida attenta della D.ssa Anna Romboni, esperta di autobiografia formata alla famosa Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari (AR), laureata in scienze religiose e consigliera dell’associazione.

Sarà affiancata anche da Elisabetta e da Fabrizio, che si occuperanno dell’animazione e della gestione degli altri spazi.


PER CHI È ADATTO IL PERCORSO

Il percorso è pensato per tutti, senza alcun limite culturale, di età o di fede. Non è necessario aver svolto precedenti percorsi di scrittura, ma naturalmente “Narrare la fede” è fortemente raccomandato a chi ha già partecipato ad uno dei precedenti percorsi di scrittura autobiografica proposti dall’associazione, perché si tratta di una tematica e di una modalità non sviluppata in precedenza.


QUANDO E DOVE

Il ritiro spirituale:

  • inizia venerdì 23 luglio alle ore 18,30
  • termina domenica 25 luglio alle ore 17,00

ALL’INIZIO DEL RITIRO MANCANO:

0Giorni0Ore0Minuti0Secondi

Si svolge presso il:

Centro di Spiritualità San Girolamo – Viale Papa Giovanni XXIII 4 – Somasca di Vercurago LC

La Casa dei Padri Somaschi si trova a mezza collina con una splendida vista sul lago di Garlate, ed è adiacente al Santuario che ospita i resti di San Girolamo Emiliani.

È dotata di ampi spazi interni ed esterni e di tutti i dispositivi necessari per svolgere il ritiro in sicurezza.

Per chi viaggia in treno: da Milano Centrale diretti per Lecco-Sondrio scendere a Calolziocorte. Da Milano Porta Garibaldi locali per Lecco scendere a Vercurago. Nostra navetta gratuita dalla stazione di Vercurago a Somasca.


COSTO

È previsto un costo di € 165 in camera sia singola che doppia, e comprende la pensione completa e i pernottamenti.

Verrà richiesto per l’iscrizione un deposito cauzionale di € 50,00,  il saldo verrà versato direttamente alla segreteria il primo giorno di partecipazione

È riservato agli associati: associarsi è semplice e lo puoi anche fare ora…


PER GLI ASSOCIATI 2021

Se sei un associato in regola 2021 puoi procedere direttamente con l’iscrizione versando la quota di partecipazione con Pay Pal o con Bonifico bancario. Puoi iscrivere contemporaneamente più persone purché siano già associate.

ISCRIVITI ORA CON PAYPAL





ISCRIVITI CON BONIFICO BANCARIO

Visti i tempi tecnici di ricezione dei bonifici è necessario contattare la segreteria per bloccare il posto e verificare l’effettiva disponibilità:  Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it


PER I NON ASSOCIATI

Se non sei associato o lo sei stato in passato ora è il momento giusto!

ISCRIVITI E ASSOCIATI ORA CON CARTA DI CREDITO O BONIFICO BANCARIO


Ulteriori info: Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it



Ti potrebbe anche interessare:

agape

DI COSA SI TRATTA

Agape è un percorso progressivo di riscoperta della propria storia di vita, partendo dal concepimento fino all’età adulta, rileggendo ogni passaggio alla luce della presenza di Dio in ogni evento della vita.

Ogni partecipante riceve accompagnamento personale da una guida formata dal punto di vista spirituale e umano.

È un percorso studiato per:

  • rileggere la propria vita alla luce della Parola di Dio
  • trasfigurare ogni avvenimento del passato
  • trovare risposte di senso nel presente
  • vivere la propria missione per il futuro

Per l’Agape di Luglio sono accettate solo 18 persone: una di queste potresti essere tu!

Agape e relazioni

Solo per l’Agape di Luglio abbiamo deciso di farti un regalo di benvenuto valido esclusivamente per questa edizione per i primi 10 iscritti: partecipando riceverai in regalo un voucher dal valore di € 130,00 per partecipare al nostro esclusivo percorso online sulle relazioni


LUOGO E DATE

Centro di Spiritualità San Girolamo

Viale Papa Giovanni XXIII 4 – Somasca di Vercurago LC

viaggio interiore per tornare semplici come bambini

La splendida visuale dalla Casa di Spiritualità dei Padri Somaschi

La Casa dei Padri Somaschi si trova a mezza collina con una splendida vista sul lago di Garlate, ed è adiacente al Santuario che ospita i resti di San Girolamo Emiliani.

È dotata di ampi spazi interni ed esterni e di tutti i dispositivi necessari per svolgere il ritiro in sicurezza.

Per chi viaggia in treno: da Milano Centrale diretti per Lecco-Sondrio scendere a Calolziocorte. Da Milano Porta Garibaldi locali per Lecco scendere a Vercurago. Nostra navetta gratuita dalla stazione di Vercurago a Somasca.

Questo Ritiro Agape si svolgerà da Domenica 11 Luglio alle ore 17,30 fino a Sabato 17 Luglio alle ore 17,30



COSA SIGNIFICA AGAPE

Agape significa amore. Un amore che si offre senza chiedere nulla in cambio, gratuito, generoso, universale, divino e assoluto. È proprio grazie a questo amore che vivremo una profonda esperienza di trasfigurazione di ciò che ha impedito alla nostra vita di decollare come avremmo desiderato.

L’amore Agape non conosce tempo e spazio e consente di abbracciare il passato, il presente e il futuro.


L’APPROCCIO DELL’AGAPE

agape approccio spirituale

L’approccio dell’Agape è spirituale e rinnova l’esperienza battesimale

L’approccio dell’Agape non è psicologico ma spirituale, anche se si verrà chiamati a fare memoria di alcuni passaggi fondamentali della propria esistenza riletti attraverso l’amore di Dio.

Attraverso l’azione dello Spirito Santo si viene aiutati a portare a galla ciò che ha bisogno di emergere, a guardare con occhi nuovi ciò che ha necessità di essere preso in carico e riconfigurato attraverso l’agape divina, che può guarire anche le ferite più profonde.

Man mano che si fa esperienza dell’amore si placano le tempeste, le sofferenze vengono redente e trasfigurate.

Il percorso termina aiutando i partecipanti ad identificare la propria missione di vita per proiettarsi verso un nuovo futuro.


Per l’Agape di Luglio sono accettate solo 18 persone: una di queste potresti essere tu!

Agape e relazioni

Solo per l’Agape di Luglio abbiamo deciso di farti un regalo di benvenuto valido esclusivamente per questa edizione per i primi 10 iscritti: partecipando riceverai in regalo un voucher dal valore di € 130,00 per partecipare al nostro esclusivo percorso online sulle relazioni


CHI CONDUCE

Padre Francesco Ghidini é sacerdote nella comunità degli Oblati Missionari di Rho, dove guida esercizi spirituali e si dedica alla predicazione di missioni popolari. Inoltre promuove esperienze di nuova evangelizzazione in tutta Italia. È socio onorario della Famiglia della Luce con Camilla.

Si occupa degli insegnamenti teologico-spirituali, dell’accompagnamento personale e della liturgia dell’Agape.


Elisabetta Fezzi presidente del direttivoElisabetta Fezzi  è co-fondatatrice e presidente dell’associazione. È giornalista, counselor professionista ad indirizzo pastorale, esperta in tecniche autobiografiche e scrittrice.

Si occupa della segreteria organizzativa, dell’accompagnamento personale, della logistica e della gestione dei lavori personali dell’Agape.


Fabrizio Penna – abita a Lecco ed è co-fondatore e consigliere dell’associazione. È dottore in scienze psicologiche, consulente relazionale professionista, mediatore familiare, giornalista e scrittore.

Si occupa degli insegnamenti umanistico-spirituali, dell’accompagnamento personale, della gestione dei lavori comunitari e della sezione musicale dell’Agape.

>>> In caso di necessità verranno coinvolti altri sacerdoti o laici debitamente formati


COSTO DEL PERCORSO ED ISCRIZIONI

Il costo del percorso è di € 490,00

Comprende la pensione completa (6 notti) in camera singola o doppia per le coppie, a partire dalla cena di domenica sera fino al pranzo del sabato successivo (12 pasti). Inoltre materiale didattico e assistenza personalizzata sia durante che dopo il termine dell’Agape.

Le guide svolgono il loro servizio come volontari senza retribuzioni. La quota di partecipazione serve per coprire le spese di ospitalità del partecipante (65%), i rimborsi e l’ospitalità delle guide (15%), la segreteria e il materiale didattico (20%).

Per l’iscrizione viene chiesto di versare un deposito cauzionale come acconto di € 100,00, mentre il saldo avviene in loco all’inizio del percorso.

Prima di essere ammessi verrà chiesto di compilare un breve questionario utile agli organizzatori per ricevere informazioni preventive sulla situazione personale di chi partecipa.


Per l’Agape di Luglio sono accettate solo 18 persone: una di queste potresti essere tu!

Agape e relazioni

Solo per l’Agape di Luglio abbiamo deciso di farti un regalo di benvenuto valido esclusivamente per questa edizione per i primi 10 iscritti: partecipando riceverai in regalo un voucher dal valore di € 130,00 per partecipare al nostro esclusivo percorso online sulle relazioni


LA DATA DI INIZIO SI AVVICINA…

0Settimane0Giorni0Ore0Minuti

È riservato agli associati: associarsi è semplice e lo puoi anche fare ora…

PER GLI ASSOCIATI 2021

Se sei un associato in regola 2021 puoi procedere direttamente con l’iscrizione versando la quota di partecipazione con Pay Pal o con Bonifico bancario. Puoi iscrivere contemporaneamente più persone purché siano già associate.

ISCRIVITI ORA CON PAYPAL





ISCRIVITI CON BONIFICO BANCARIO

Visti i tempi tecnici di ricezione dei bonifici è necessario contattare la segreteria per bloccare il posto e verificare l’effettiva disponibilità:  Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it


PER I NON ASSOCIATI

Se non sei associato o lo sei stato in passato ora è il momento giusto!

ISCRIVITI E ASSOCIATI ORA CON CARTA DI CREDITO O BONIFICO BANCARIO


Ulteriori info: Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it



Ti potrebbe anche interessare:

PELLEGRINAGGIO MARIANO IN PRESENZA E SICUREZZA

 

In pellegrinaggio mariano

pellegrinaggio religioso

Il pellegrinaggio è tradizione di molte religioni

Il pellegrinaggio è un viaggio verso luoghi sacri o comunque considerati di elevato valore spirituale, può essere svolto sia da soli che in gruppo, sia per motivi di devozione che per ricerca spirituale o penitenza. La tradizione del pellegrinaggio è viva in molte religioni, e anche per il cristianesimo rappresenta una modalità di distacco temporaneo dalle realtà materiali per vivere meglio quelle spirituali. I pellegrinaggi mariani sono quelli più amati.

Cos’è per noi il pellegrinaggio

Per la nostra associazione il pellegrinaggio rappresenta un duplice momento di relazione umana e spirituale. La dimensione umana avviene tra i partecipanti che sono chiamati ad interagire e collaborare per adattarsi alle differenti situazioni incontrate, invece la dimensione spirituale si vive mediante l’incontro con il divino attraverso preghiera, meditazione e contemplazione. I luoghi visitati e la loro intensa storia fungono da filo conduttore.

Perché un pellegrinaggio dove è apparsa Maria?

Pellegrinaggio Maria

Maria è apparsa in molti luoghi

Maria è mediatrice perfetta tra l’umano e il divino, è considerata Regina del Cielo e della terra, madre della Chiesa e di molto altro tra cui la famiglia e la pace. L’umanità di Maria la rende molto vicina a noi, contemporaneamente la sua straordinaria esperienza spirituale la avvicina a Dio, tanto da essere considerata redentrice dell’umanità insieme a Gesù.

Maria ha continuato a rendersi visibile e ad apparire sin dai primi secoli dopo Cristo, alcune apparizioni sono state vagliate e riconosciute dalla Chiesa, altre attendono il riconoscimento, altre sono ancora in corso. Svolgere un pellegrinaggio con Maria significa andare alle radici del cristianesimo e della propria fede. Inoltre è bene rammentare che ogni pellegrinaggio mariano offre la possibilità di lucrare l’indulgenza plenaria. 


Dove, come e quando svolgeremo il pellegrinaggio

  • Sei tappe corrispondenti ad altrettanti santuari luoghi di apparizioni e miracoli a cavallo tra le province di Bergamo, Brescia, Cremona e Lodi.
  • In auto con brevi tratti a piedi per entrare lentamente e in preghiera nello spirito di umiltà del pellegrino.
  • Con la guida di Alberto Vignati dell’esperto di storia e arte sacra. Alcuni dei santuari sono decorati con quadri e affreschi di grandissimo valore artistico, e il nostro Alberto Vignati ci aiuterà a comprenderne il significato per favorire il clima di contemplazione.
  • Con la S. Messa quotidiana celebrata in due dei santuari visitati

Pasti e pernottamento

  • Sabato a mezzogiorno: pranzo con cestino da viaggio
  • Sabato sera: cena e pernottamento presso Casa delle Suore Cabrini a Codogno (LO)
  • Domenica a mezzogiorno: pranzo in trattoria

Luogo di ritrovo e di rientro

  • Per chi giunge in treno: la stazione ferroviaria di Treviglio (BG)
  • Per chi giunge in auto: il parcheggio anteriore del Santuario di Caravaggio (BG)

Date di svolgimento

  • Inizio sabato 26 giugno alle ore 9,00
  • Termine domenica 27 giugno alle ore 18,00

Programma del pellegrinaggio

Visiteremo santuari mariani costruiti in luoghi riconosciuti dalla chiesa in cui Maria è apparsa nell’arco di 600 anni ed ha lasciato il suo segno con l’acqua e con miracoli che hanno suscitato, attraverso i secoli, una profonda devozione popolare. Il percorso si svilupperà attraverso un anello di circa 250 chilometri.

1ª tappa: Santuario della Madonna della Basella di Urgnano (BG)

Pellegrinaggio Santuario della Madonna della Basella di Urgnano (BG)

Alla Basella di Urgnano (BG) la Madonna è apparsa nell’aprile 1356 ad una ragazza, disperata perché una gelata aveva distrutto il suo raccolto. Su precise indicazioni della Vergine si è scavato e si è trovato l’altare di un antico tempio, così il vescovo ha deciso di costruire immediatamente un Santuario, restaurato dal Colleoni nella metà del 1400.


2ª tappa: Santuario di Fontanelle di Montichiari (BS)

Pellegrinaggio Maria Santuario di Fontanelle di Montichiari (BS)

A Fontanelle di Montichiari (BS) ha avuto inizio il culto di Maria con titolo di “Rosa Mistica e Madre della Chiesa”. Anche se le apparizioni e le rivelazioni alla veggente avvenute a partire dal 1947 non sono ancora riconosciute ufficialmente, questo luogo è oggetto di un’imponente devozione e si verificano conversioni e guarigioni fisiche e spirituali. Maria è rappresentata con tre rose (bianca, rossa, gialla) che rappresentano preghiera, penitenza e sacrificio. Si può accedere alla fonte tramite una Scala Santa da percorrere in ginocchio.


3ª tappa: Santuario di Santa Maria della Misericordia a Castelleone (CR)

Pellegrinaggio mariano a Santuario di Santa Maria della Misericordia a Castelleone

A Santa Maria della Misericordia di Castelleone (CR) Maria è apparsa nel 1511 guarendo e convertendo molte persone e chiedendo la costruzione della chiesa che visiteremo.


4ª tappa: Tempio dell’Incoronata a Lodi

Pellegrinaggio mariano Tempio dell’Incoronata a Lodi

All’Incoronata di Lodi nel 1487 sono accaduti eventi miracolosi legati a un’immagine di Maria posizionata in un quartiere malfamato, dove al posto di un postribolo la Madonna ha chiesto la costruzione di una chiesa a lei dedicata, che oggi si presenta come uno scrigno di magnifiche opere d’arte incastonato nel centro cittadino.


5ª tappa: Santuario di Santa Maria della Croce a Crema (CR)

Pellegrinaggio mariano Santuario di Santa Maria della Croce a Crema

A Maria della Croce a Crema (CR) la Madonna è apparsa nel 1490 con miracoli e segni prodigiosi. Deve la sua forma circolare al ricordo di un cerchio luminoso comparso attorno al sole che, per tre volte, è sceso verso il luogo dell’apparizione ed è poi risalito scomparendo definitivamente. Nel luogo in cui si trovava in origine il crocifisso un bassorilievo di Maria ha pianto nel 1800.


6ª tappa: Santuario di Santa Maria al Fonte a Caravaggio (BG)

Pellegrinaggio mariano Santuario di Santa Maria al Fonte a Caravaggio

A Santa Maria al Fonte a Caravaggio (BG) Maria è apparsa nel 1432 lasciando come segno una fonte di acqua tuttora sgorgante simbolo dell’abbondanza della grazia divina. Come ogni luogo di culto mariano la sua storia è segnata di miracoli, guarigioni e liberazioni ed è uno dei santuari più visitati in Lombardia


CHI CONDUCE IL PELLEGRINAGGIO

 

Elisabetta Fezzi è cofondatorice e presidente dell’Associazione Famiglia della Luce con Camilla, giornalista, counsellor pastorale ed esperta di scrittura autobiografica.  È formatrice, scrittrice e ministro straordinario della Comunione nella sua comunità pastorale.

 

Alberto Vignati è laureato in Economia e Commercio all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna e oggi lavora nel settore bancario. Ma la sua passione è negli studi religiosi e nell’arte sacra. Infatti ha acquisito il Diploma di specializzazione in Studi Sindonici ed ha frequentato un Master in Scienza e Fede presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. Ha effettuato anche un corso in Arte Fede e Cultura presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano.

 

Fabrizio Penna è cofondatore dell’Associazione Famiglia della Luce con Camilla, giornalista, dottore in scienze e tecniche psicologiche, mediatore familiare ed esperto di formazione professionale e relazione d’aiuto. È ministro straordinario della Comunione nella sua comunità pastorale.

 


ALL’INIZIO DEL PERLLEGINAGGIO MANCANO:

0Giorni0Ore0Minuti0Secondi

COSTO

Il costo del pellegrinaggio è di € 150,00 e comprende

  • i trasferimenti in auto,
  • le visite,
  • l’accompagnamento di una guida,
  • tutti i pasti e il pernottamento.

Chi intende arrivare in loco venerdì sera dovrà provvedere in autonomia.

È riservato agli associati: associarsi è molto semplice e lo puoi fare ora…

È riservato agli associati: associarsi è semplice e lo puoi anche fare ora…


PER GLI ASSOCIATI 2021

Se sei un associato in regola 2021 puoi procedere direttamente con l’iscrizione versando la quota di partecipazione con Pay Pal o con Bonifico bancario. Puoi iscrivere contemporaneamente più persone purché siano già associate.

ISCRIVITI ORA CON PAYPAL





ISCRIVITI CON BONIFICO BANCARIO

Visti i tempi tecnici di ricezione dei bonifici è necessario contattare la segreteria per bloccare il posto e verificare l’effettiva disponibilità:  Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it


PER I NON ASSOCIATI

Se non sei associato o lo sei stato in passato ora è il momento giusto!

ISCRIVITI E ASSOCIATI ORA CON CARTA DI CREDITO O BONIFICO BANCARIO


Ulteriori info: Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it



Ti potrebbe anche interessare:

FINALMENTE UN RITIRO SPIRITUALE IN PRESENZA IN SICUREZZA

Il ritiro è completo, non è più possibile iscriversi

>> SCARICA E CONSULTA IL NOSTRO PROTOCOLLO DI SICUREZZA


QUALCOSA SULLO SPIRITO SANTO

Vieni Spirito Santo

Spesso il dono dello Spirito Santo rimane come “legato”

Un cristiano può pronunciare l’invocazione “Vieni Spirito Santo” partendo dal mistero di fede per eccellenza, quello della Santissima Trinità, dove Dio è contemporaneamente Padre, Figlio e Spirito Santo. Si tratta di una relazione d’amore straordinaria ed inscindibile che avviene tra queste tre Persone spirituali e che si riversa sull’umanità.

Con il battesimo ogni cristiano ha ricevuto il dono dello Spirito Santo, un “regalo” che ha necessità di essere compreso ed accettato per essere davvero goduto.

La comprensione e l’accettazione si ottengono attraverso un cammino di consapevolezza che solitamente avviene prima di ricevere il sacramento della Cresima, che è la confermazione del dono dello Spirito Santo battesimale.

Ma spesso nei cristiani c’è scarsa consapevolezza, per cui il dono dello Spirito Santo rimane come “legato”, per usare una definizione proposta da Padre Raniero Cantalamessa. Insieme impareremo a “slegarlo” e a godere dei molti doni che da lui provengono.

Un percorso di fede viva e vissuta che può cambiare la tua vita.


UN PERCORSO DI CONOSCENZA PROGRESSIVA

Spirito Santo

Invocare lo Spirito Santo per rinnovare i sacramenti dell’iniziazione cristiana

Svolgeremo un percorso progressivo di conoscenza dello Spirito Santo, lo invocheremo sia personalmente che attraverso l’azione del sacerdote, rinnoveremo i sacramenti del battesimo e della cresima per “slegarli” e renderli più operativi e consapevoli.

Quest’azione che ci aiuterà a penetrare nel mistero trinitario e ci aprirà alla ricezione dei doni e dei carismi che lo Spirito vorrà elargire ad ognuno.

Al termine del percorso ogni partecipante riceverà in dono, dopo l’invocazione dello Spirito, un brano della Parola personale per facilitare la prosecuzione del proprio cammino di fede.


PERCHÈ NON PERDERE L’OCCASIONE

Perché è un’opportunità unica per:

  • riprendere contatto con lo Spirito Santo,
  • crescere nella fede consapevole,
  • ricevere preghiera personalizzata,
  • accogliere i carismi che lo Spirito Santo vorrà elargire.

CHI CONDUCE IL RITIRO SPIRITUALE

 

Don Marcello Lauritano vive a Modena ed è sacerdote della Società San Paolo. Ha acquisito la Licenza in Teologia nella Pontificia Facoltà teologica del Seraphicum e succesivamente si è laureato in filosofia all’Università di Torino. Ha ricoperto numerosi ruoli di responsabilità nella sua congregazione, in particolare è stato rettore del Seminario Paolino, direttore delle librerie San Paolo di Torino e Milano, animatore apostolico presso le diocesi italiane, direttore del Centro Culturale San Paolo di Alba e Superiore della Comunità di Roma.

Elisabetta Fezzi è cofondatorice e presidente dell’Associazione Famiglia della Luce con Camilla, giornalista, counsellor pastorale ed esperta di scrittura autobiografica.  È formatrice, scrittrice e ministro straordinario della Comunione nella sua comunità pastorale.

 

Fabrizio Penna è cofondatore dell’Associazione Famiglia della Luce con Camilla, giornalista, dottore in scienze e tecniche psicologiche, mediatore familiare ed esperto di formazione professionale e relazione d’aiuto. È ministro straordinario della Comunione nella sua comunità pastorale.


DOVE E QUANDO

CASA MADRI CANOSSIANE – SAN GIOACCHINO AL CASTELLO

Via Aldo Moro 13 – Ballabio (LC)

> TENIAMO  MOLTO ALLA TUA SICUREZZA: Ti forniamo gratuitamente mascherine FFP2. La Casa delle Madri Canossiane si trova in un luogo isolato e tranquillo, è stata recentemente ristrutturata ed è dotata di tutti i confort e di spazi separati. Inoltre rispetta rigorosamente i protocolli di sicurezza  e dispone di dispositivi di sanificazione all’avanguardia per svolgere il ritiro in totale tranquillità.

>> SCARICA E CONSULTA IL NOSTRO PROTOCOLLO DI SICUREZZA

 

Sabato 22 Maggio:

  • mattina 09.30 – 12,30;
  • pomeriggio 14,30 – 18,30;
  • sera: 21,00 – 22,00 preghiera per invocare la guarigione

Domenica 23 Maggio:

  • mattina 09.00 – 12,30;
  • pomeriggio 14,30 – 17,30;

ALL’INIZIO DEL RITIRO MANCANO:

0Giorni0Ore0Minuti0Secondi

COSTO

È previsto un costo di

  • € 115 in camera doppia,
  • € 130 in camera singola,

e comprende la pensione completa e il pernottamento.

È possibile arrivare venerdì sera prima o dopo cena segnalandolo all’atto dell’iscrizione.

È riservato agli associati: associarsi è semplice e lo puoi anche fare ora…

Il ritiro è completo, non è più possibile iscriversi

 

 


PER GLI ASSOCIATI 2021

Se sei un associato in regola 2021 puoi procedere direttamente con l’iscrizione versando la quota di partecipazione con Pay Pal o con Bonifico bancario. Puoi iscrivere contemporaneamente più persone purché siano già associate.

ISCRIVITI ORA CON PAYPAL





ISCRIVITI CON BONIFICO BANCARIO

Visti i tempi tecnici di ricezione dei bonifici è necessario contattare la segreteria per bloccare il posto e verificare l’effettiva disponibilità:  Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it


PER I NON ASSOCIATI

Se non sei associato o lo sei stato in passato ora è il momento giusto!

ISCRIVITI E ASSOCIATI ORA CON CARTA DI CREDITO O BONIFICO BANCARIO


Ulteriori info: Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it



Ti potrebbe anche interessare:

PERCHÈ PERDONARE

La situazione che stiamo vivendo è davvero complessa, è il caso di pensare ora al perdono?. Nelle nostre famiglie e comunità, sovente obbligate a convivenze forzate oppure all’isolamento per il covid, le relazioni sono messe a dura prova. In molti casi stanno aumentando il distanziamento, i conflitti, la frustrazione e la rabbia.
William Shakespeare affermava che “aver rabbia è come bere del veleno e aspettare che l’altro muoia”.

Inutile far salire troppo la temperatura, occorre lavorare per farla scendere, altrimenti il rischio è quello di essere noi a soccombere. Occorre trovare luoghi di incontro, affrontare le situazioni prima che diventi troppo tardi e attuare azioni di giustizia riparativa, la più importante delle quali è il perdono.

A questo punto molti inizieranno a sbuffare: con tutti i problemi che ho in questo momento mi venite a parlare di perdono? Poi è una cosa da preti, non mi interessa la morale. Poi dovrei perdonare cosa e a chi? Non voglio sempre dargliela vinta, ha sbagliato! In fin dei conti sono io ad aver subito l’offesa. Le obiezioni possono essere molte, le resistenze altrettante…

Ma se ti stai ponendo anche una sola di queste obiezioni il percorso pratico sul perdono che stiamo per proporvi fa proprio per te!

È un percorso di vita che può cambiare la tua vita.


UN PERCORSO CHE PUÒ CAMBIARE LA VITA

È un percorso progressivo di consapevolezza e scelta per giungere a perdonare sia fatti compiuti da altri che azioni compiute da noi stessi. Apprenderemo tutti gli strumenti per realizzare un perdono profondo ed efficace, tenendo presenti gli aspetti emotivi, psicologici e morali. Scopri cosa è e che cosa non è il perdono

• IL PERDONO SERVE A NOI

Il perdono non è un regalo ad altri, ma un dono per noi stessi. I vantaggi personali in termini di salute e benessere sono ampi e scientificamente ben documentati, li esamineremo assieme in modo completo. Il perdono è la base di ogni percorso di guarigione e liberazione interiore.

• PERDONO NON È RICONCILIAZIONE

Il perdono è sempre possibile, la riconciliazione invece no, e a volte non è neanche consigliabile. Occorre uscire dal perdono semplicistico e moralistico:  impareremo come farlo e perché ci fa bene farlo.


IL NOSTRO PERCORSO SUL PERDONO

Per Dono percorso sul perdonoUtilizzeremo un percorso davvero unico,  che unisce fede e ragione, sviluppato da psicologi e sacerdoti, sperimentato in diversi ambiti sociali e Paesi del mondo.

È stato messo a punto dall’Università del Perdono ed è stato completato e adattato per la modalità online dalla nostra associazione.


COSA FAREMO

Si alterneranno insegnamenti generali in “in aula magna”, lavoro personale in piccoli gruppi in “aule separate”, momenti di condivisione e preghiera.

Inoltre c’è la possibilità di colloqui personali su appuntamento anche a ritiro terminato. Scopriremo che questo modo di vivere il perdono è… proprio ciò di cui avevamo bisogno da tempo.


PERCHÈ NON PERDERE L’OCCASIONE

Perché è un’opportunità unica per affrontare una tematica fondamentale senza spostarti da casa, un’opportunità per risparmiare, una possibilità per chiarirsi tutti i dubbi e per ricevere un’assistenza personalizzata e riservata.


CHI CONDUCE IL CORSO

 

Elisabetta Fezzi è cofondatorice e presidente dell’Associazione Famiglia della Luce con Camilla, giornalista, counsellor pastorale ed esperta di scrittura autobiografica.  È formatrice accreditata dell’Università del Perdono.


Fabrizio Penna è cofondatore dell’Associazione Famiglia della Luce con Camilla, giornalista, dottore in scienze e tecniche psicologiche, mediatore familiare ed esperto di formazione professionale e relazione d’aiuto. È formatore accreditato dell’Università del Perdono.


DOVE E QUANDO

ONLINE su piattaforma Meet:  si accede con un semplice click al link inviato.

>>> Domenica 25 Aprile:

  • mattina 09.00 – 12,00;
  • pomeriggio 14,30 – 17,30;

>>> Domenica 03 Maggio:

  • mattina 09.00 – 12,00;
  • pomeriggio 14,30 – 17,30;
  • sera: 21,00 – 22,00 per chi lo desidera preghiera guidata sul perdono

ALL’INIZIO DEL RITIRO MANCANO:


COSTO

€ 39,00 a persona per le due giornate: comprende insegnamenti, materiale didattico, esercitazioni e un colloquio personale di supporto su prenotazione.

È riservato agli associati: associarsi è molto semplice e lo puoi fare ora…


•>> PER GLI ASSOCIATI 2021

Questa attività è riservata agli associati.

Se sei un associato in regola 2021 puoi procedere direttamente con l’iscrizione versando la quota di partecipazione con Pay Pal o con Bonifico bancario.

Se non vedi il link di iscrizione qui sotto effettua il login nell’area soci

Se eri associato 2020 ma non hai ancora rinnovato la tessera 2021  RINNOVALA ORA QUI


•>> PER I NON ASSOCIATI

Se non sei associato o lo sei stato in passato ora è il momento giusto!

Ulteriori info: Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it


Ti potrebbe anche interessare: