Articoli

In questo articolo si parla di un libro scritto a quattro mani da Elisabetta Fezzi e da Fabrizio Penna, cofondatori della Famiglia della Luce con Camilla che ascolta, accoglie ed accompagna diverse sofferenze tra le quali anche quelle spirituali straordinarie. Il libro non parla di effetti speciali, non si propone di approfondire e amplificare realtà macabre o spaventose, ma racconta situazioni che favoriscono “l’entrata” del nemico e di possibili strade per costringerlo “all’uscita”. Un libro per mettere in guardia, stimolare la riflessione, allertare la ragionevolezza, rivitalizzare la fede.

ritiri spirituali e percorsi per laici e consacrati

Con questo articolo di Mariella Borraccino ospitiamo una riflessione su la ferita, il dolore e la cura frutto delle sue pluriennali esperienze nella relazione d’aiuto. La sofferenza porta sempre con sé una fatica che può essere affrontata con modalità diverse a livello materiale, psicologico e spirituale. Scopriremo come lasciarci curare, come giungere a trasfigurare l’esperienza dolorosa e come rimarginare le ferite.

A volte nella vita è utile cambiare, ma sovente è difficile riuscirci. In questo articolo affronteremo il cambiamento associandolo prima alla motivazione, poi alla volontà, ed infine all’aiuto divino. Scopriremo che questi tre aspetti si integrano e si completano con la scelta di un metodo e di una strategia.

In questo articolo scopriremo che per raggiungere la felicità occorre andare oltre sé stessi, cioè oltre il proprio io. Nei primi anni di vita siamo chiamati a costruire la nostra identità ed individualità, ma successivamente occorre andare oltre volgendo lo sguardo lontano da noi per allargarlo al prossimo.

In questo articolo parleremo dello Spirito Santo, che è la terza persona della Santissima Trinità. Scopriremo che la sua azione è unita a quella del Padre e del Figlio, ma svolge funzioni differenti, ispira pensieri, attualizza la rivelazione e guida il discernimento sia ordinario che straordinario. Inoltre porta con Sé sette doni che aprono la strada a nove frutti spirituali. Lo Spirito Santo è nostro alleato nella vita quotidiana.

In questo articolo parleremo di emozioni e sentimenti, e scopriremo che emozionarsi significa amare oppure odiare qualcosa o qualcuno, infatti nell’indifferenza non si vivono emozioni. Scopriremo anche che il mondo emotivo può essere assai differente tra una persona e l’altra e che è necessario governare l’emotività attraverso la ragione senza farsi travolgere da sentimenti troppo invasivi.

In questo articolo impareremo a comprendere che ognuno di noi ha una personale e vera vocazione nel mondo, contemporaneamente umana e spirituale, utile per realizzare il disegno d’amore verso noi stessi, verso il prossimo e verso Dio.

Eventi

Abramo chi sono da dove vengo dove vado

GUARDA IN CIELO E CONTA LE STELLE (Gen 15,5)

Le grandi domande della nostra vita lette attraverso l’avventura di Abramo, nostro padre nella fede.


DI COSA SI TRATTA

La vita di Abramo è segnata da una vocazione.

La chiamata del Signore lo spinge a mettersi in cammino abbandonando la sua terra, le sue certezze, per andare incontro a molte incognite, certo solo della promessa di Dio che benedirà i suoi passi: ma che fatica!

ANCHE NOI GUIDATI DA DIO

Abramo ritiro spirituale

Abramo segue una direzione e si fida nonostante le fatiche

La strada non è piana e procede tra entusiasmi e paure, scorciatoie e blocchi che a volte lo spingono a cercare soluzioni immediate per giungere ai suoi obiettivi.  Tra tante incognite Abramo segue una direzione, vive la sua alleanza e sperimenta la potenza della preghiera di intercessione.

Poi riceve il dono di Isacco e il suo desiderio di fedeltà lo porta sull’orlo del sacrificio del proprio figlio.

Ed è proprio la fragile fedeltà di Abramo che lo rende padre di una moltitudine di popoli, perché le promesse di Dio si realizzano e continuano dopo la sua morte.

ANCHE PER NOI VOCAZIONE E PROMESSA

Ritiro spirituale come Abramo con P. Francesco Ghidini

Anche il cammino della nostra vita è segnato da una vocazione e da una promessa, tuttavia non sempre riusciamo a riconoscerla nella nostra vita e cadiamo spesso in piccoli e grandi tradimenti.

Ma nonostante tutto siamo discendenza di Abramo, eredi di Cristo, benedizione per chi incontriamo. Abbiamo un’origine (da dove veniamo), un’identità (chi siamo) e una meta (dove andiamo).

Due giorni intensi per ri-trovare la nostra vocazione, capire come vivere le esperienze che il Signore ci offre e ricevere le benedizioni promesse da Dio ai suoi figli.


OBIETTIVI IN SINTESI

È un ritiro spirituale studiato per rispondere a tre importanti domande di senso:

  • chi sono: per focalizzare la mia identità
  • da dove vengo: per scoprire le mie vere origini
  • dove vado: per valutare la mia reale vocazione di vita

LUOGO E DATE

Il ritiro si svolge ONLINE su piattaforma Meet.

Sabato 05 Dicembre dalle ore 09,30 e Domenica 06 Dicembre fino alle ore 17,30


ALL’INIZIO DEL RITIRO MANCANO:

0Giorni0Ore0Minuti

CHI CONDUCE

Padre Francesco Ghidini é sacerdote nella comunità degli Oblati Missionari di Rho, dove guida esercizi spirituali e si dedica alla predicazione di missioni popolari. Inoltre promuove esperienze di nuova evangelizzazione in tutta Italia. È socio onorario della Famiglia della Luce con Camilla.
È co-conduttore del nostro Ritiro Agape


COSTO DEL RITIRO

Il costo è di € 39,00.

PER GLI ASSOCIATI

Il ritiro è riservato agli associati. Se sei un associato in regola 2020 puoi procedere direttamente con l’iscrizione.

Se sei associato 2020 e non vedi il modulo di iscrizione qui sotto devi prima effettuare il login nell’area soci


PER I NON ASSOCIATI

Se non sei ancora associato ora è il momento giusto: la quota annuale è di € 15,00.

ASSOCIATI ORA

Se non hai rinnovato la tessera 2020 ma eri socio nel 2019 ora è il momento per il rinnovo.

RINNOVA ORA

ULTERIORI INFORMAZIONI

Puoi contattare Tel 366 2072156 Elisabetta – info@famigliadellaluce.it

Ti potrebbe anche interessare: